Benevento, investimento da 48 milioni di euro

Maxi investimento a Benevento, stabilimento nuovo e tanti occupati nel settore

Un’occasione imperdibile di sviluppo e di occupazione per il comprensorio sannita. Il colosso alimentare svizzero ha deciso di investire nel Sud Italia, molto probabilmente anche a seguito di alcune indagini preliminari sulle potenzialità dei territori meridionali dal punto di vista delle risorse enogastronomiche. Ecco perchè i 48 milioni di euro in arrivo rappresentano un possibile volano di crescita di tutto un indotto legato al mondo della filiera agro-alimentare.

La soddisfazione della Regione Campania. Sul piano di investimenti di Nestlè per lo stabilimento di Benevento e per il quale è stata siglata l’intesa con il Governo, intervengono il Presidente della Regione Vincenzo De Luca e l’Assessore Amedeo Lepore. “La sottoscrizione dell’accordo di programma con il Governo – ha dichiarato il governatore della Campania Vincenzo De Luca – avvia un altro fondamentale investimento da parte di una multinazionale nel territorio della Campania. Dopo Apple, Cisco, Tower, Mondial Group, Fiat – FCA, Denso e General Electric, un altro grande gruppo, come Nestlé, è attratto dalle opportunità di crescita della nostra regione. Si potenzia enormemente lo stabilimento di Benevento, con un investimento di 48 milioni e una crescita dell’occupazione di 230 nuove unità entro il 2019 e con questa iniziativa, inoltre, si valorizzano le filiere agroalimentari locali dei prodotti di eccellenza utilizzati come materie prime”. “Si pongono le basi – ha aggiunto l’assessore alle Attività produttive Amedeo Lepore –  per la nascita di un hub di respiro mediterraneo, che valorizzi la qualità di tali produzioni per una futura espansione in tutto il bacino mediterraneo e si introducono innovazioni significative legate all’industria digitale (4.0). A questo intervento ne seguiranno presto altri, attraverso nuovi grandi progetti di investimento produttivo con i contratti di sviluppo, facendo della Campania la Regione più attrattiva per gli investimenti e più competitiva per le sue capacità di sviluppo“.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *