Rifiuti: la Regione Campania commissaria 15 Comuni irpini

rifiuti-strada-piu-mezzogiorno

Il cammino della legge regionale sul riordino del ciclo dei rifiuti in Campania stenta ancora a decollare. A sette mesi dall’approvazione e a quattro dall’avvio dell’iter di adesioni dei Comuni agli enti d’ambito ottimali provinciali (EdA) sono ancora molte le amministrazioni locali che non hanno portato all’attenzione dei consigli comunali lo schema di adesione e la bozza di statuto per l’approvazione finale.

E così, scaduti i termini indicati dalla legge, da Palazzo Santa Lucia sono stati commissariati i primi 15 Comuni che adesso vedranno approvarsi d’ufficio i due documenti indispensabili per procedere alle elezioni dell’assemblea dei sindaci e degli altri organismi previsti dalla legge 14/2016, tra cui il presidente dell’ente d’ambito, la conferenza d’ambito e il comitato esecutivo, che avranno il compito di determinare, tra le altre cose, la nuova tariffa da applicare ai servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

I Comuni commissariati sono tutti in provincia di Avellino e sono: Atripalda, Baiano, Casalbore, Cervinara, Flumeri, Greci, Manocalzati, Mercogliano, Mirabella Eclano, Montecalvo Irpino, Montella, Scampitella, Summonte, Taurasi e Volturara Irpina. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha quindi nominato commissario ad acta con proprio decreto pubblicato sul Bollettino Ufficiale il dottor Antonello Barretta, dirigente dell’unità operativa dirigenziale Autorizzazioni ambientali e rifiuti Avellino della Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema della Giunta Regionale della Campania, che avrà adesso il compito di adottare in via sostitutiva, entro trenta giorni, ai provvedimenti prescritti dalla legge.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *