Ente Idrico Campano, il 19 le elezioni dei consigli di distretto nei 5 ambiti

Si terranno lunedì 19 dicembre le elezioni per il consiglio direttivo dell’Ente Idrico Campano dei cinque ambiti disegnati dalla legge regionale 15 del 2015 che ha riordinato il ciclo integrato delle acque in Campania. I cinque ambiti sono quelli del Calore Irpino (che comprende 194 Comuni nelle province di Avellino e Benevento), di Terra di Lavoro (nella provincia di Caserta), del Sele (che comprende la provincia Salerno e tre Comuni della provincia di Avellino), il Sarnese Vesuviano (che comprende i comuni a cavallo tra le province di Napoli e Salerno) e quello della provincia di Napoli. I consigli saranno composti da trenta componenti che tra loro eleggeranno il presidente del consiglio e dovranno essere scelti tra sindaci o loro delegati e consiglieri comunali e verranno eletti da altri amministratori locali, utilizzando in sostanza lo stesso sistema adottato per l’elezione dei consigli provinciali. I Comuni sono stati suddivisi in tre fasce demografiche e i componenti eletti in base al loro peso demografico e al numero dei Comuni che compongono la fascia.

A Salerno è tutto già scritto – Una lista unica, una per ciascuna delle tre fasce demografiche disegnate dalla legge di riordino del ciclo idrico integrato. Le elezioni per il consiglio direttivo dell’Ambito distrettuale Sele, che si terranno lunedì 19 dicembre nel seggio che verrà allestito dalle 8 alle 20 a Palazzo di Città a Salerno saranno una pura formalità. I candidati in corsa per una poltrona nel nuovo organismo dell’Ente Idrico Campano sono in numero proporzionato ai seggi che verranno assegnati. Undici per i Comuni in fascia A (oltre i 30mila abitanti), dodici quelli in fascia A (da 5mila a 29.999 abitanti) e sette quelli in fascia C (da 0 a 4.999 abitanti). A guidare il consiglio direttivo dovrebbe essere, con ogni probabilità, il commissario straordinario dell’Ato Sele, Geppino Parente, sindaco di Bellosguardo e deluchiano duro e puro. Una riconferma, insomma, e la blindatura della sua poltrona è certificata dal fatto che il suo nome è inserito al primo posto nell’elenco dei candidati di fascia A, nonostante sia sindaco di un comune di appena 800 abitanti, collocato pertanto in fascia C. E’ chiaro che la sua candidatura non è in rappresentanza della sua piccola comunità ma come espressione del Comune di Salerno, capofila dell’ambito distrettuale. Lo statuto dell’Ente Idrico Campano, all’articolo 2 dell’allegato B che disciplina le norme per l’elezione dei componenti del consiglio direttivo, stabilisce che “sono eleggibili a consigliere di distretto i sindaci in carica al momento dell’indizione dell’elezione o delegati da loro designati”. Stessa sorte anche per Bruno Di Nesta, direttore generale a Palazzo Sant’Agostino, anch’egli presente nella lista degli undici candidati di prima fascia.

Gli altri candidati – Tanti i sindaci candidati in rappresentanza dei loro Comuni nelle altre due fasce. In fascia B spiccano le candidature dei sindaci di Buccino, Giffoni Valle Piana e Pontecagnano Faiano, Nicola Parisi, Antonio Giuliano e Ernesto Sica, e quelle dei sindaci di Acerno, Vito Sansone, Campagna, Roberto Monaco e Vietri sul Mare, Francesco Benincasa.  In fascia C ci sono invece i sindaci di Calabritto (che con Senerchia e Caposele è uno dei tre Comuni irpini che hanno aderito all’Ato Sele) Gelsomino Centanni; di Sacco, Claudio Saggese; di Laurito, Vincenzo Speranza; di Ogliastro Cilento, Michele Apolito; di Cannalonga, Carmine Laurito; di Sant’Angelo a Fasanella, Gaspare Salamone e il consigliere comunale di Minori, Alfonso Fortezza.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *