Incontro con De Luca a Siano, Aliberti chiarisce

Una veduta di Siano

Una veduta di Siano

Continua a far discutere a Siano la vicenda legata all’incontro con il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che lo scorso 26 novembre ha partecipato ad un incontro promosso dall’amministrazione comunale che, come sostenuto in un’interrogazione presentata dal gruppo di opposizione Idea Democratica, alla fine si rivelò uno spot in favore delle ragioni del Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre. Alla maggioranza guidata dal sindaco Giorgio Marchese viene infatti contestato l’utilizzo del logo del Comune per un’iniziativa di stampo politico alla quale le opposizioni non sono state neanche invitate. Nella seduta del consiglio comunale di ieri l’interrogazione presentata dal consigliere comunale Alfonso Leo non ha ottenuto una risposta orale dal sindaco, che si è riservato di rispondere in forma scritta.

La polemica in città – La presenza di De Luca nel comune salernitano fece molto discutere anche perchè venne annunciata in fretta e in furia dall’amministrazione comunale con un manifesto fatto affiggere il giorno stesso dell’incontro. In quella data, infatti, era stata programmata l’inaugurazione di una biblioteca comunale, che si è poi tenuta lunedì scorso, 19 dicembre. In merito a questa vicenda, riceviamo e pubblichiamo la nota di Fauso Aliberti, ex vice sindaco del Comune di Siano, che vuole rettificare alcune delle dichiarazioni rilasciate alla redazione di Più Mezzogiorno.

fausto-aliberti-piu-mezzogiorno

Fausto Aliberti

Gentile Direttore, tengo a rettificare un passaggio dell’articolo inerente l’interrogazione consiliare presentata dal gruppo “Idea Democratica” in merito all’incontro tenuto dall’amministrazione comunale con il presidente della Regione, Vincenzo De Luca lo scorso 26 novembre a Siano. Nell’articolo si sostiene che il Movimento Giovanile avrebbe fatto pressioni per far rinviare la prevista inaugurazione della biblioteca e, quindi, sosterrei poi io, per tale ragione, si sia ripiegato sul generico incontro. Il punto, però, è che, a quanto mi è dato sapere, non c’è mai stata alcuna pressione del citato Mgc per far spostare l’inaugurazione e, molto semplicemente, ho sostenuto che, proprio in quel giorno, in cui inizialmente era prevista la suddetta inaugurazione, i ragazzi del Mgc tenevano, nella medesima piazza, un incontro sulle ragioni del Sì e del No e che ciò mi sembrava un fatto a dir poco inopportuno, e a maggior ragione mi sembrava inopportuno tenere una manifestazione nel medesimo luogo. Per quanto mi riguarda, in 15 anni di attivismo politico e lungo il mio percorso istituzionale, non ho mai fatto qualcosa del genere e mi rincresce sia accaduto ciò: il mio impegno politico, all’interno di Idea Democratica, è volto a far accrescere il livello critico della discussione cittadina e non ad alimentare polemiche o, peggio ancora, strumentalizzazioni. Pertanto, me ne scuso con tutti gli interessati”.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *