Terza età, la Ue premia Campania e Puglia

anziani-terza-eta-piu-mezzogiorno

Sono Campania e Puglia le uniche regioni del Mezzogiorno ad essere state premiate dalla Commissione Europea per le politiche innovative adottate per garantire agli anziani, fascia della popolazione in costane crescita, un invecchiamento attivo ed in salute. Complessivamente sono stati undici le realtà italiane ad essere premiate. Come di consueto a fare la parte del leone i territori dell’Italia settentrionale: hanno conquistato riconoscimenti la Provincia autonoma di Trento, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, la Lombardia, il Piemonte, la Toscana, l’Emilia Romagna ed il Lazio. I riconoscimenti sono stati consegnati ad inizio anno dal commissario Ue per l’economia digitale, Gunther Oettinger, durante il Summit europeo sull’innovazione digitale per l’invecchiamento sano e attivo, organizzato a Bruxelles da Commissione europea, Parlamento Ue e Comitato europeo delle Regioni. “La nostra regione ha fatto negli ultimi anni della trasformazione digitale una missione –ha detto l’assessore della Regione Puglia allo sviluppo economico e innovazione, Loredana Capone-. Ma ha inteso intraprendere un percorso più arduo del mero acquisto di macchine puntando sulla relazione tra imprese, ricerca, domanda pubblica e domanda dei cittadini utenti. E lo ha fatto con i laboratori di collaborazione finalizzati a sfide sociali rilevanti. Tra queste una indiscutibile priorità è il sostegno all’invecchiamento attivo e in salute. Questo percorso è in atto e deve raggiungere ulteriori traguardi, forti anche dell’incitamento di questo riconoscimento da parte della Commissione Europea”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *