Maltempo: milioni di danni per l’agricoltura meridionale

fonte: Coldiretti

Milioni di euro di danni per la distruzione dei raccolti e la morte degli animali: la prima stima degli effetti dell’ondata di maltempo che si è abbattuta sulle regioni del Mezzogiorno nel corso dell’ultimo fine settimana è decisamente pesante. In particolare per il comparto agricolo, stando alle prime valutazioni effettuate da Coldiretti. Basilicata e Puglia le regioni dove si registrano i maggiori danni dovuti alla prima, forte gelata di gennaio.

I settori colpiti – Le produzioni andate completamente distrutte sono quelle di verdure, con migliaia di ettari di coltivazioni “bruciate” dal gelo di questi ultimi giorni. Ma anche le produzioni effettuate in serra hanno riportato danni: molte le strutture che hanno ceduto sotto il peso della neve, con la conseguente perdita –spesso totale- del raccolto. Ma in generale tutte le produzioni agricole meridionali hanno riportato danni: “Non sono solo colpiti –dice la nota di Coldiretti- solo gli ortaggi invernali in campo, come piselli e carciofi bruciati dal gelo, ma anche gravi danni si sono verificati sugli agrumeti così come per i vigneti di uva da tavola che hanno ceduto sotto il peso della neve”. A pagare un prezzo salato per l’ondata di maltempo che in questi giorni ha colpito con particolare durezza tutta l’Italia meridionale anche il settore zootecnico. Numerosi gli allevamenti, soprattutto dell’area appenninica, rimasti isolati, con conseguente difficoltà di alimentare gli animali. Numerosi i capi morti. Difficoltà anche nel rifornimento idrico, a causa delle tubature dell’acqua bloccate dal gelo. Particolarmente difficile la situazione degli animali allevati allo stato brado.

Le regioni terremotate – Effetti del gelo amplificati dalla precaria situazione infrastrutturale delle aziende agricole e zootecniche nelle aree colpite dal terremoto. In questo caso i danni più rilevanti sono stati riportati dagli allevamenti: in molti casi i ricoveri di fortuna che hanno sostituito le stalle crollate o rese inagibili dal sisma non hanno consentito di proteggere adeguatamente gli animali dal forte freddo degli ultimi giorni.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *