Elezioni provinciali a Salerno, riconferma Pd. Gli eletti e i voti ponderati

Palazzo Sant'Agostino, sede della Provincia di Salerno

Si concludono con una netta affermazione del Partito Democratico le elezioni provinciali a Salerno. All’appuntamento con le urne –chiusosi ieri sera alle 20- ha preso parte l’89,7% dei circa 1.800 aventi diritto. Trattandosi di elezioni di secondo grado a recarsi alle urne sono stati gli amministratori e non i cittadini dei comuni della provincia di Salerno, eccezion fatta per quelli in regime di commissariamento.

Gli eletti – Dalle urne viene fuori una buona affermazione del Pd –in grado di eleggere otto consiglieri- e del raggruppamento moderato Davvero in Centro, con tre rappresentanti a Palazzo Sant’Agostino. Nell’ambito della coalizione di centrosinistra che sostiene il presidente Canfora presente anche il Partito Socialista, che elegge un proprio rappresentante in consiglio provinciale. Un eletto anche per la lista Cittadini per la Provincia. Alle opposizioni di centrodestra spettano tre seggi: uno a Forza Italia e due a Fratelli d’Italia. Fallisce, invece, il tentativo della compagine di sinistra di conquistare un proprio rappresentante a Palazzo Sant’Agostino: la lista Provincia di tutti, nata come laboratorio politico per l’aggregazione delle diverse componenti esistenti alla sinistra del Pd, non conquista la soglia minima di consensi utili. Questo l’elenco dei nuovi consiglieri provinciali di Salerno con la cifra ponderata dei voti conseguiti:

Partito Democratico: 1) Luca Cerretani (vice sindaco di Torchiara – 5402 voti ponderati); 2) Vincenzo Napoli (sindaco diSalerno – 5154 voti ponderati); 3) Carmelo Stanziola (sindaco di Centola-Palinuro – 3978 voti ponderati); 4) Vincenzo Servalli (sindaco di Cava dè Tirreni – 3678 voti ponderati); 5) Antonio Rescigno (sindaco di Bracigliano – 3678 voti ponderati); 6) Antonio Giuliano (sindaco di Giffoni Valle Piana – 3030 voti ponderati); 7) Michele Strianese (sindaco di San Valentino Torio – 2924 voti ponderati); 8) Paolo Imparato (sindaco di Padula – 2594 voti ponderati).

Davvero in centro:  1) Massimo Cariello (sindaco di Eboli – 3678 voti ponderati); 2) Marcello Ametrano (consigliere comunale di Vallo della Lucania – 3038 voti ponderati); 3) Pasquale Mauri (consigliere comunale di Angri – 2506 voti ponderati).

Partito Socialista1) Pasquale Sorrentino (consigliere comunale di Pagani – 1710 voti ponderati).

Forza Italia: 1) Gregorio Fiscina (consigliere comunale di Buccino – 2152 voti ponderati)

Fratelli d’Italia:  1) Giuseppe Fabbricatore (consigliere comunale di Nocera Superiore – 3456 voti ponderati); 2) Angelo Cappelli (consigliere comunale di Battipaglia – 2262 voti ponderati).

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *