Scandalo sanità a Nola, De Luca chiede la testa dei responsabili

Vincenzo De Luca chiede la testa dei responsabili del pronto soccorso e del presidio ospedaliero di Nola. Il Movimento 5 Stelle presenta un’interrogazione e annuncia la costituzione di uno staff grillino che farà ispezioni a sorpresa in tutti gli ospedali della Campania. E’ caos anche politico dopo quello che è successo nei giorni scorsi al pronto soccorso di Nola dove i pazienti per essere visitati sono stati fatti adagiare a terra in assenza di barelle e posti letto. Una situazione che ha di nuovo riacceso i riflettori sulla questione sanità pubblica in regione, che da una recente indagine è risultata essere tra le ultime in Italia.

Foto Ansa

Vincenzo De Luca – Foto Ansa

De Luca convoca i dg di Asl e ospedali della Campania – In mattinata il presidente della Regione ha convocato tutti i responsabili delle Asl e delle aziende ospedaliere della Campania per chiedere che vengano avviate immediatamente le procedure di licenziamento dei responsabili del pronto Soccorso e del presidio ospedaliero di Nola. Per De Luca i fattori che hanno generato quest’episodio – l’eccezionale sovraffollamento verificatosi; l’afflusso di 500 pazienti in una sola nottata in un ospedale che dispone di 100 posti letto; le giornate festive che hanno di fatto sospeso le prestazioni dei medici di medicina generale da giovedì 5 gennaio alle 13 e il blocco di una condotta idrica all’esterno del presidio a causa delle condizioni meteo -“hanno determinato una situazione di straordinaria emergenza, che non giustifica tuttavia la inaccettabile e vergognosa situazione verificatasi, della quale peraltro nessuno è stato tempestivamente informato”. La Regione ha comunque tentato una difesa del sistema sanitario campano per il quale “è in atto un lavoro straordinario”.

“Il 90 per cento di chi si è rivolto al Pronto soccorso è stato dimesso – ha ricordato De Luca – a conferma del fatto che ci si è rivolti alla struttura ospedaliera anche per problemi di ridotto rilievo medico a causa della chiusura degli studi medici”. 

valeria-ciarambino-m5s-piu-mezzogiorno

Valeria Ciarambino (M5S)

Presìdi e blitz – Di concerto con tutti i direttori generali delle Asl e degli ospedali dell Campania si è deciso di creare delle postazioni straordinarie di continuità assistenziale negli ospedali che hanno maggiore afflusso all’interno dei pronto soccorso, coinvolgendo i medici delle strutture territoriali, come ad esempio i distretti sanitari. De Luca non ha poi perso l’occasione per lanciare una stoccata al Governo che non ha ratificato la sua nomina a commissario per la Sanità. “Auspichiamo – ha detto infatti l’ex sindaco di Salerno –  che il superamento di commissari esterni alla Campania ci consenta di evitare ulteriori processi di burocratizzazione che finiscono per complicare i problemi e ritardare le soluzioni”. Per il Movimento 5 Stelle la disposizione di un’indagine interna sulla situazione del pronto soccorso di Nola “è l’ennesima presa in giro per i cittadini. Piuttosto – ha detto la capogruppo in Regione Valeria Ciarambino  spiegasse loro cosa stanno facendo i direttori generali di ospedali e Asl che lui stesso ha nominato, assumendosi la responsabilità politica“. La Ciarambino, che è anche membro della commissione regionale Sanità, ha annunciato la costituzione di un nucleo d’emergenza del M5S che compirà improvvisi blitz nei nosocomi del territorio campano.

Il Movimento 5 Stelle è pronto con una task force composta da consiglieri regionali e parlamentari – ha spiegato Ciarambino – con i quali faremo improvvisi blitz in tutte le strutture sanitarie per documentare le condizioni in cui sono costretti i pazienti, i medici e gli operatori, che nonostante le gravi carenze continuano a lavorare con grande senso di responsabilità e generosità. E laddove dovessimo documentare fatti gravi, siamo pronti a trasmettere le notizie alle Procure delle Repubblica”.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *