All’università di Salerno il primo master in Italia per “startupper”

L'università degli Studi di Salerno

Dopo i recenti risultati conseguiti nell’anno appena concluso, certificati da un’indagine de Il Sole 24 Ore, l’università di Salerno torna a far parlare di sè per l’avvio, prima in Italia, di un master di secondo livello dedicate all’innovazione e alle start up. Il master, promosso dal dipartimento di Scienze aziendali-management & innovation systems e progettato dal Lisa-Lab, Laboratorio di imprenditorialità innovativa e spin off accademici,  con la collaborazione di Giffoni Innovation Hub, è l’ultimo esempio di una serie di attività realizzate anche all’estero con diversi atenei come l’Instituto tecnológico de Monterrey, in Messico, dove nel settembre scorso, 120 studenti hanno partecipato a una settimana di lezioni e workshop operativi con l’obiettivo di sviluppare idee di impresa sul concept ‘Innovation design for kids’. Tra le idee c’è ‘Box for you’, una scatola speciale che un bimbo può riempire di oggetti e curiosità appartenenti alla tradizione del proprio popolo e spedire a un coetaneo di origini e costumi lontani, in uno scambio di caratteristiche identitarie che aiuti a sommare le differenze e accorciare le distanze; oppure ‘Bd bracelet’, braccialetto interattivo che indirizza chi lo indossa in una serie di percorsi immaginari in cui è possibile correre, identificare e sbarazzarsi del nemico ‘junk food’, il cibo spazzatura.

Luca Tesauro, ceo di Giffoni Hub

Luca Tesauro, ceo di Giffoni Hub

Università e GiffoniHub insieme per gli startupper di domani – Tra i partner del master ci sono anche Vertis sgr, Assiteca crowd, Netval, Alan advantage, il premio Best practices, Mito technologies, Fondazione Emblema, Ebris, Creactivitas. “Il master dell’Unisa risponde a una delle esigenze più importanti del mercato attuale – spiega Luca Tesauro, ceo di Giffoni Innovation hub – fornire cioè ai giovani neolaureati quelle competenze necessarie a comprendere meccanismi e metodologie innovative e imprenditoriali, caratteristiche sempre più ricercate in qualsiasi ambito lavorativo. La nostra collaborazione con il Lisa Lab darà l’opportunità agli studenti di lavorare sul campo a progetti imprenditoriali nell’ambito delle industrie creative, settore molto in crescita in Italia e nel mondo”.

Il Dream Team di Giffoni Hub

Il Dream Team di Giffoni Hub

L’esperienza di Giffoni Big Data – Durante l’edizione 2016 del Festival del cinema per ragazzi, è stata lanciata ‘Giffoni Big data’, la raccolta, l’analisi e lo studio di una serie di dati sulla comunità dei giovani partecipanti alla rassegna cinematografica. Il progetto identifica Giffoni come piattaforma di sperimentazione di test di mercato per aziende, organizzazioni e enti pubblici per comprendere le tendenze, i gusti, gli orientamenti e le abitudini dei nativi digitali. I dati, elaborati in un approfondito report, saranno pubblicati tra fine gennaio e febbraio 2017.

Come partecipare – L’avvio del Master in imprenditorialità e innovazione, dopo un colloquio selettivo, è previsto per il 31 gennaio 2017. Per l’ammissione al bando che scade il prossimo 12 gennaio è richiesta la laurea magistrale e/o laurea specialistica e/o una laurea di vecchio ordinamento. Le iscrizioni vanno indirizzate a www.masterm2i.unisa.it.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *