Salerno, la raccolta dell’olio esausto finanzia progetti sociali

olio-più-mezzogiorno

Coniugare buone pratiche ambientali –la raccolta degli oli esausti in questo caso- e progetti di solidarietà, intervenendo nelle sacche di disagio sociale presenti nei quartieri delle città. Questo l’ambizioso obiettivo del progetto “L’olio della solidarietà”, iniziativa che ha preso il via sperimentalmente in questi giorni a Salerno, con l’ambizione di estendersi presto all’intera Campania.

Il progetto – Alla base dell’iniziativa c’è la collaborazione tra la LEM -Linea Ecologica Mangia, azienda specializzata nel settore della raccolta degli oli vegetali esausti- ed una rete costituita da numerose parrocchie della città di Salerno. Queste ultime ospiteranno dei contenitori presso i quali i cittadini del quartiere potranno smaltire l’olio residuo, senza così dover raggiungere le isole ecologiche cittadine. A fronte dell’impegno nella raccolta alle parrocchie verrà riconosciuto un contributo, proporzionato all’olio esausto recuperato. Grazie a questa collaborazione si ritiene in primis di poter contribuire ad evitare uno smaltimento non corretto degli oli esausti –in particolare lo sversamento negli scarichi domestici, pericolosa fonte di inquinamento delle acque marine- ed in secondo luogo di finanziare progetti destinati a migliorare la vita nei quartieri cittadini. Le risorse che saranno destinate alle parrocchie, infatti, saranno utilizzate per la realizzazione di progetti sociali e di sostegno alle fasce deboli.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *