Sanità: sul commissariamento la Regione Campania attacca il ministro Lorenzin

E’ ormai una guerra a colpi di note stampa quella combattuta tra il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e la Regione Campania. Dopo l’affondo del ministro sui livelli assistenziali assicurati ai cittadini campani –“disastrosi” li ha definiti Lorenzin- , tocca ad Enrico Coscioni, consigliere del governatore De Luca per la sanità, parare il colpo e rilanciare. Puntando al vero obiettivo politico indicato da De Luca: superare l’attuale fase di commissariamento della sanità campana. O meglio: ottenere per se stesso la nomina a commissario.

La replica –  “Al di là di riferimenti a norme da noi ben conosciute –afferma Coscioni questa mattina-, in una nota stampa il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ricorda che il livello dei Lea della Campania è disastroso. Bene, dopo otto anni di commissari nominati dal governo, questi sono i risultati. E’ il migliore argomento a favore della necessità di andare oltre i commissari. Quanto al riferimento al conflitto tra controllore e controllato, chi ha nominato commissari i presidenti di Regione fino al 2015? Oggi non ci sono impedimenti legislativi perché il Presidente della Regione torni ad essere commissario ad acta della sanità, proprio per dare risposte concrete ai cittadini”. Un modo per ribadire, ancora una volta, l’aspirazione di De Luca ad avere pieno potere decisionale in campo sanitario, unendo nella sua persona il ruolo di governatore e commissario ad acta. Ma è proprio questa la soluzione che il governo, e non solo il ministro Lorenzin, sembra non vedere di buon occhio. Dall’approvazione dell’emendamento che consente la nomina di un presidente di Regione a commissario molta acqua è passata sotto i ponti. Ovvero, fuor di metafora, sono molto cambiati gli equilibri politici: la sconfitta referendaria che ha portato alle dimissioni di Renzi, che aveva voluto l’approvazione dell’emendamento in questione, ha segnato la fine di quella luna di miele tra l’ex premier ed il governatore campano. Una distanza politica che in queste ultime settimane è andata via via aumentando. Tanto da rendere oggi quasi inimmaginabile quel che solo ieri appariva cosa fatta: la nomina di Vincenzo De Luca a commissario per la sanità campana.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *