Elezioni, asse De Luca – Lettieri per “costruire” Campania Libera

Fonte: comunesalerno.it

Il dado è tratto. Al netto delle chiacchiere di corridoio e dei “no comment” che sanno tanto di politicamente corretto, il progetto politico di Campania Libera prende sempre più piede. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha deciso di dare una decisa accelerata alla edificazione della sua nuova creatura, passata in pochi giorni da lista civica di programma a movimento politico strutturato. Tanti sono gli incontri già segnati nell’agenda personale dell’ex sindaco di Salerno, molti dei quali in area napoletana e casertana, dove De Luca ha iniziato una “corte” serrata a tutti gli ex berlusconiani ed ai delusi del partito democratico.

L’imprenditore Lettieri in cima alla lista dei “desideri”. Che ci sia feeling tra Gianni Lettieri e Vincenzo De Luca è cosa risaputa. Lo dimostra il grande progetto edilizio che lo stesso imprenditore partenopeo è riuscito a realizzare a Fratte, alle porte di Salerno, con un centro commerciale (Le cotoniere) ed un’area dedicata a civili abitazioni. Due uomini del “fare”, insomma, che potrebbero andare molto d’accordo anche dal punto di vista politico. Indiscrezioni che arrivano da Palazzo Santa Lucia confermano una serie di incontri riservati tra i due, volti a pianificare la costruzione di Campania Libera a Napoli, dove Lettieri rappresenterebbe l’organizzatore principale. Ovviamente il tutto va letto in ottica elezioni, il vero obiettivo sia di De Luca che per Lettieri. Per il governatore, l’essersi creato un “paracadute” con Campania Libera rappresenta una vera e propria polizza assocurativa in caso di separazione cruenta dal Pd (come fu l’Udc per De Mita qualche anno fa), anche pensando alla possibile candidatura del suo primogenito Piero; per l’imprenditore ex azzurro si tratterebbe invece di una ennesima chance di entrare in politica, stavolta dalla porta principale, dopo le diverse batoste rimediate nelle ultime competizioni elettorali.

I ribelli nel Pd e la corte di De Luca. Il governatore della Campania sta tenendo il fiato sul collo a molti esponenti del partito democratico in rotta di collisione con il segretario nazionale Renzi. Ribelli che potrebbero fare molto comodo all’ex sindaco di Salerno, alla ricerca di forze numericamente valide per mettere su un partito con numeri importanti, a livello regionale ovviamente.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *