De Luca: “Dal ministro Lorenzin polemica grave sulla sanità campana”

Vincenzo De Luca

Basta con la “guerra dei comunicati” per lasciare spazio ad incontri istituzionali, destinati ad esaminare e risolvere i problemi della sanità campana. Così il governatore campano Vincenzo De Luca replica al ministro della Salute Beatrice Lorenzin che, nei giorni scorsi, ha ripetutamente criticato la qualità del sistema sanitario campano, pungolando lo stesso De Luca per la sua aspirazione a ricevere la nomina a commissario ad acta per la sanità in Campania.

Il governatore – Presa di posizione decisamente poco gradita a De Luca, che da sempre non fa mistero di puntare non tanto al superamento della fase commissariale –frutto del disavanzo del sistema sanitario regionale. quanto ad avere pieno potere decisionale in materia. Anche assumendo le vesti di commissario. Di qui, dopo le sortite dei fedelissimi, il suo affondo diretto. “Il ministro Lorenzin –esordisce De Luca- si è avventurato, per sua esclusiva scelta, a partire da un intervento pubblico da nessuno richiesto, in una polemica istituzionale grave, immotivata e dai toni inaccettabili. Più il ministro si ostina a difendere una posizione sbagliata, più aggrava le sue responsabilità passate e presenti”. Un incipit che rappresenta la premessa di un vero e proprio j’accuse nei confronti del ministro Lorenzin. “Domando –incalza De Luca- se per il ministro, il voto democratico dei cittadini abbia un valore e se intenda rispettarlo. Domando se, per qualunque persona di buonsenso, la sovrapposizione di competenze e il burocratismo di cui sono portatori i commissari esterni, possano essere considerati compatibili con una gestione seria ed efficiente della sanità campana. Domando se sia serio, e che ragione di merito possa avere, costringere i cittadini campani a pagare 9.600 euro netti al mese al Commissario, e 8.400 euro netti al mese al Subcommissario (quasi 400mila euro l’anno) per una presenza assolutamente episodica sul territorio e per produrre solo carte, decreti scollegati dalla realtà e non concordati. E’ questa situazione che lei difende?”. Infine una nuova richiesta di un incontro per discutere dei problemi della sanità campana. Ma appare difficile, visti i toni, che all’orizzonte si profili un rasserenamento dei rapporti. Più probabile che l’agognata designazione del governatore a commissario ad acta per la sanità campana si faccia attendere ancora.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *