Ecoambiente, una donna alla guida? Il presidente Canfora: “Sarà un alieno”

L'impianto Stir di Battipaglia. Fonte: aSalerno.it

Potrebbe essere un altro magistrato, questa volta una donna, il nuovo presidente del Consiglio di Gestione di Ecoambiente Salerno, la società provinciale che gestisce parte del ciclo dei rifiuti interamente partecipata da Palazzo Sant’Agostino. Dopo il no dell’ex procuratore di Vallo della Lucania, Alfredo Greco, il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora è alla ricerca di un altro nome che possa prendere il posto di Mario Capo, revocato lo scorso 12 gennaio dal Consiglio di sorveglianza. «Stiamo lavorando per individuare una figura autorevolissima quanto il dottor Greco per la guida di Ecoambiente.», ha detto questa mattina Canfora prima dell’inizio del consiglio provinciale del suo mandato “bis”. «Se è una donna? É un alieno. Scherzi a parte, per ora posso dire solo che ci stiamo lavorando».

Rischio paralisi sempre più concreto – Nessun cenno, invece, alla lettera che  gli hanno indirizzato Capo e Giuseppe Odoroso – l’altro membro del Consiglio di Gestione, anch’egli revocato – con cui si minaccia il blocco delle attività e si chiede la cancellazione dei loro nominativi dal Registro delle Imprese della Camera di Commercio, dalle autorizzazioni ambientali e dagli albi di settore. La revoca firmata dal Consiglio di Sorveglianza infatti diffida l’attuale consiglio in carica ad effettuare la gestione straordinaria imponendole di fatto di proseguire con la continuità del servizio.

Il 6 febbraio si vota per gli Ato – Intanto, tra poco più di dieci giorni, il 6 febbraio, i sindaci dei 161 Comuni dell’Ato unico dei rifiuti della provincia di Salerno saranno chiamati a votare i 22 membri del consiglio d’ambito avviando così il processo di riforma del ciclo integrato dei rifiuti disegnato con la legge 14 del 2016 approvata dalla giunta regionale della Campania, guidata da Vincenzo De Luca. In queste ore si sta cominciando a ragionare sui nomi e sulle liste da presentare entro le ore 12 del 1 febbraio, termine ultimo fissato dalla Regione Campania per la presentazione delle candidature. A Salerno la consegna dovrà essere effettuata all’ufficio del Segretario Generale del Comune capoluogo, sul cui sito istituzionale è stata pubblicata tutta la modulistica necessaria.

 

 

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *