Polimeni: “Due anni per superare il commissariamento della sanità campana”

ospedale-sanità-piu-mezzogiorno

Alla Regione Campania occorreranno almeno due anni per superare l’attuale regime di commissariamento del comparto sanitario. Questa l’opinione di Joseph Polimeni, commissario di governo per il piano di rientro dal disavanzo sanitario della Regione Campania. Dopo aver osservato un rigoroso silenzio nelle settimane in cui il tema

Joseph Polimeni

Joseph Polimeni

commissariamento è stato al centro di un durissimo scontro tra il governatore della Campania ed il ministro alla Salute Beatrice Lorenzin, ferma nel bocciare l’ipotesi di assegnare allo stesso De Luca l’incarico di commissario della sanità campana, il manager coglie ora l’occasione per dire la sua. “Per uscire dal commissariamento -dice Polimeni a margine di un convegno organizzato presso l’Università Federico II di Napoli- ci vogliono due  elementi fondamentali: un consolidato equilibrio  economico-finanziario, la Regione Campania deve cioè dimostrare non  solo in modo annuale o biennale, ma anche in senso prospettico, che ha messo in sicurezza il suo equilibrio economico-finanziario, e  soprattutto deve incrementare il livello del Lea, che sono sicuramente critici”.

La qualità dell’assistenza – E proprio sul livello qualitativo delle prestazioni sanitarie assicurate ai cittadini campani si è consumato, nelle scorse settimane, un duro scontro politico. Protagonisti ancora una volta il governatore De Luca ed il ministro Lorenzin. Era stata quest’ultima ad affondare il colpo: “Il nostro obiettivo in Campania –dichiarò il ministro- è aumentare la griglia Lea che è in condizioni disastrose e penso che i cittadini campani se ne accorgono tutti”. Dichiarazioni che, naturalmente, provocarono l’immediata e stizzita reazione del governatore De Luca. E che ci sia molto lavoro da fare lo riconosce lo stesso commissario Polimeni, secondo cui si può fare con un po’ di tempo, non sono  cose che si possono aggiustare in un mese o in un anno, o in due anni. C’è bisogno di una grande rivoluzione, si è già iniziato a fare delle buone cose ma c’è ancora strada da fare”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *