Ufficiale: il Pd non esiste più, la minoranza rompe con Renzi e se ne va

speranza-emiliano-rossi

La nota congiunta di Michele Emiliano, Enrico Rossi e Roberto Speranza giunge poco dopo le 19: il Pd non esiste più, la minoranza del partito decide di lasciare e formare un nuovo soggetto politico. Ecco il clamoroso risvolto dell’assemblea di ques’oggi a Roma, al termine della quale lo stesso Emiliano aveva lasciato ancora una porta aperta a Renzi affinchè tornasse indietro sui suoi passi per evitare la rottura. Ma così non è stato. Da pochi minuti è nato dunque un altro soggetto politico nel centrosinistra che “porterà via” al partito democratico – secondo i recenti sondaggi – almeno l’8-10% dei voti.

Queste le parole dei “ribelli” antirenziani.Anche oggi nei nostri interventi in assemblea c’è stato un ennesimo generoso tentativo unitario. È purtroppo caduto nel nulla. Abbiamo atteso invano un’assunzione delle questioni politiche che erano state poste, non solo da noi, ma anche in altri interventi di esponenti della maggioranza del partito. La replica finale non è neanche stata fatta. È ormai chiaro che è Renzi ad aver scelto la strada della scissione assumendosi così una responsabilità gravissima“. Lo affermano Michele Emiliano, Enrico Rossi, Roberto Speranza.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *