Fonderie Pisano, vertice al Comune. “Pronti ad investire 42 milioni di euro”

Le fonderie Pisano

Le fonderie Pisano

Il progetto per il nuovo stabilimento industriale delle fonderie Pisano è pronto. L’ingegnere Ciro Pisano, amministratore della società con sede in via dei Greci a Fratte di Salerno lo ha illustrato questa mattina al sindaco della città, Vincenzo Napoli, nel corso di un incontro che si è tenuto a Palazzo di Città e al quale hanno partecipato anche gli assessori all’Ambiente e al Bilancio, Angelo Caramanno e Roberto De Luca. Un incontro che era stato chiesto proprio dalla proprietà delle fonderie Pisano non più tardi di due settimane fa.

Da sinistra l'assessore Roberto De Luca, il sindaco Vincenzo Napoli e Ciro Pisano.

Da sinistra l’assessore Roberto De Luca, il sindaco Vincenzo Napoli e Ciro Pisano

Nel corso dell’incontro è stata ribadita la volontà della proprietà di proseguire sulla strada della delocalizzazione dell’opificio industriale. Resta però lo scoglio dell’individuazione del sito che dovrà ospitarlo. Al momento le opzioni in piedi sono quelle di Campagna – nell’area dell’ex Rdb a ridosso dello svincolo autostradale – Giffoni Valle Piana e l’area dei Fonditori Salerno a cavallo tra Salerno, Pontecagnano e San Cipriano Picentino. Su questo fronte è attivo il tavolo con il ministero dello Sviluppo Economico.

La famiglia Pisano ha illustrato il progetto e le caratteristiche tecnologiche del nuovo impianto a basso impatto ambientale da realizzare nel nuovo sito da individuare. con impianti moderni e di nuova generazione ed ha ribadito la disponibilità all’investimento di 42 milioni di euro, già definito con il ministero, che comprende anche l’adeguamento dell’attuale stabilimento seguendo le prescrizioni giunte da Regione e Arpac.

L’amministrazione comunale ha ribadito l’esigenza di salvaguardare la salute dei cittadini, oltre che di tutelare il diritto al lavoro per le maestranze. Il sindaco Napoli ha sottolineato quanto sia necessaria e imprescindibile la “delocalizzazione delle attività produttive che devono essere ricollocate nel rispetto dell’ambiente e del territorio“.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *