Trivellazioni, dal Pd un emendamento per stoppare estrazioni in aree Parco

parco-cilento-piu-mezzogiorno

Un altro passo per evitare la ricerca, l’estrazione e lo sfruttamento degli idrocarburi all’interno delle aree Parco. Lo ha compiuto il Partito Democratico presentando nell’ambito della Riforma Parchi, in discussione alla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, un emendamento ad hoc sottoscritto dal presidente della Commissione, Ermete Realacci, da Chiara Braga, responsabile nazionale del Pd per l’Ambiente,  dal deputato salernitano Simone Valiante e da tutto il gruppo Pd all’interno della commissione.

L’emendamento, presentato dei deputati dem Tino Iannuzzi Sabrina Capozzolo ha tra i suoi obiettivi quelli di inserire ed aggiungere fra le attività vietate nei parchi e nelle relative aree contigue “la prospezione, la ricerca, l’estrazione, lo sfruttamento di idrocarburi liquidi e gassosi“.L’emendamento è diretto a introdurre in via generale nella legislazione italiana questo giusto divieto, al fine di salvaguardare e tutelare il valore ambientale ed il pregio paesaggistico delle aree protette, precludendo attività inevitabilmente invasive ed incompatibili con le finalità di conservazione e valorizzazione di tali zone.

Si tratta – scrive in una nota il deputato Tino Iannuzzi – di una proposta molto importante anche per il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. Vanno, di contro, incentivate e promosse tutte le iniziative rispettose del Territorio e delle sue vocazioni naturali, nella direzione dello sviluppo eco-compatibile, dell’agricoltura di qualità, del turismo, della green economy, della crescita di tante energie locali capaci di mettere insieme tradizioni e innovazione, rispetto delle vocazioni  naturali delle diverse zone, produzioni tipiche e nuove tecnologie”.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *