Pd, primarie il 30 aprile. De Luca vuole un nuovo plebiscito per Renzi

Le primarie del Pd saranno il 30 aprile e sarà una corsa a 4 con Matteo Renzi, Michele Emiliano, Andrea Orlando e Carlotta Salerno ai nastri di partenza. La data è stata votata all’unanimità, in commissione-congresso. La direzione del Pd ha approvato il regolamento congressuale. Hanno votato sì in 104, 3 i voti contrari e 2 gli astenuti. Dopo le primarie, il nuovo segretario sarà proclamato dall’assemblea nazionale che  sarà il 7 maggio. “Con Orlando segretario si potrebbe riaprire il dialogo, sarebbe sicuramente un grosso passo avanti”. Lo ha detto Massimo D’Alema ospite a Brescia della Fondazione ItalianiEuropei. “Ad Orlando rimprovero comunque di aver condiviso anche scelte sbagliate con Renzi, ma si muove con l’intento di ricomporre l’unità del centro sinistra e credo sia la cosa importante”.

De Luca in Campania punta ad una vittoria bulgara per l’ex premier. Ormai il gelo delle scorse settimane si è sciolto. L’asse rinnovato tra il governatore della Campania ed il rottamatore fiorentino dovrebbe sfociare anche in una candidatura per il primogenito dell’ex sindaco di Salerno Piero. Ma in attesa delle politiche c’è da celebrare un congresso e poi portare il popolo dem alle urne per le primarie. De Luca ha già fatto sapere ai suoi che la mozione Renzi dovrà bissare il 75% dei consensi dell ultime primarie, quando l’ex premier sconfisse Bersani. Già sul piede di guerra assessori e consiglieri a Palazzo Guerra a Salerno. Per ognuno di loro il gravoso compito di bussare alle porte degli elettori e convincerli a votare alle primarie, nonostante le figuracce raccolte dal Pd nazionale nelle ultime settimane.

Candidature entro 6 marzo, 2 euro per le primarie. Il regolamento, approvato dalla commissione congresso, ha fissato il timing per la sfida congressuale. La presentazione delle candidature a segretario entro le ore 18 del 6 marzo; le riunioni di circolo per presentare le candidature dal 20 marzo al 2 aprile; le convenzioni provinciali il 5 aprile. La Convezione nazionale si svolgerà il 9 aprile per chiudere con le primarie il 30 aprile dalle ore 8 alle 20. Per partecipazione alle primarie l’elettore si dovrà dichiarare elettore del Pd al momento del voto e pagherà 2 euro ai gazebo.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *