Dopo la Basilicata anche la Campania boccia le ricerche petrolifere di Shell

Permessi Shell, anche la Regione Campania dice «no». Dopo la presa di posizione della Regione Basilicata che ha espresso parere negativo sul rilascio della valutazione di impatto ambientale (Via) richiesta dalla compagnia petrolifera inglese per effettuare attività di ricerca nella zona di Monte Cavallo (ai confini fra Basilicata e Campania), Cerasa e Pignola, anche Palazzo Santa Lucia presenta, a pochi giorni dalla scadenza del termine, le osservazioni critiche al ministero dell’Ambiente. Una serie di rilievi che anticipano il parere di netta contrarietà alla richiesta di ricerca per idrocarburi liquidi e gassosi in località Monte Cavallo, nel Vallo di Diano, proposta da Shell Italia E&p. Questa mattina, gli assessori regionali Fulvio Bonavitacola (Ambiente ed Urbanistica) e Corrado Matera (Turismo) hanno presentato le osservazioni fondate su «motivi ambientali e di opportunità sociale» che motivano la contrarietà all’avvio di una attività di ricerca che «interverrebbe in un territorio delicato, contiguo al parco nazionale del Cilento-Vallo di Diano-Alburni. «Occorre evitare effetti impattanti delle perforazione in aree fragili e vulnerabili – spiegano Bonavitacola e Matera – peraltro anche limitrofe ad importanti sorgenti di acqua che alimentano il ciclo idrico in estesi territori non solo campani. Nell’area di ricerca – concludono – rientra tra l’altro anche il sito di interesse comunitario (Sic) Monti della Maddalena». Numerose le osservazioni presentate che – sottolineano gli assessori regionali – anticipano «il previsto parere di netta contrarietà che la Regione Campania formulerà nel corso dello stesso procedimento di valutazione ambientale curato dal ministero dell’Ambiente».

Ivana Infantino
Ivana Infantino
Giornalista professionista, da freelance collabora con Il Mattino e la Gazzetta del Mezzogiorno. Da addetto stampa alla Provincia di Potenza (2001-2010), tra le altre cose, ha curato diverse pubblicazioni per conto dell' ente. Fra le testate con cui ha collaborato anche Consiglio Informa (agenzia) e Mondo Basilicata (rivista).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *