Caso Libia, Gasparri (Fi): “Tofalo fuori dal Copasir”

Il deputato del Movimento 5 Stelle Angelo Tofalo

Allontanare il deputato 5Stelle, Tofalo, dal Copasir”. Questa la richiesta avanzata dal senatore azzurro Maurizio Gasparri ai presidenti di Camera e Senato. Per il parlamentare di Forza Italia il fatto che l’esponente salernitano del Movimento Stelle abbia avuto contatti con Annamaria Fontana, la donna arrestata insieme al marito alla fine di gennaio con l’accusa di traffico di armi verso la Libia, è più che sufficiente perché lo stesso venga escluso dal Copasir, il comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti. Era stata la stessa Fontana, all’indomani del suo arresto, a dichiarare di aver fatto da intermediaria per organizzare un incontro tra il deputato grillino e l’ex premier libico Khalifa Ghwell. Dichiarazioni, ovviamente, tutte da verificare.

Il j’accuse di Gasparri – La delicatezza della vicenda è, tuttavia, sufficiente, per un duro intervento da parte di Gasparri. “È intollerabile –scrive in una nota il parlamentare di Forza Italia-, oltre che estremamente pericoloso per la sicurezza nazionale, che Tofalo continui a sedere in un organismo parlamentare che ha accesso a informazioni riservate e coperte da segreto. In attesa che si chiarisca la sua posizione, in una storia agghiacciante di traffico di missili e di rapporti con fondamentalisti, Tofalo va immediatamente allontanato dal Copasir. Chiedo pubblicamente a Grasso e Boldrini per quali ragioni Tofalo sia ancora al suo posto”. Lo scorso 2 febbraio Tofalo si è presentato ai magistrati di Napoli che indagano sul caso per rendere delle dichiarazioni spontanee. L’esponente del M5S ha detto di “non sapere nulla del traffico di armi, né dell’islamizzazione dei due”. Una posizione che sarebbe stata ribadita anche giovedì scorso, quando il deputato salernitano è stato ascoltato dal pm napoletano in veste di persona informata dei fatti. A Tofalo sarebbero stati chiesti chiarimenti  –così come riportato da La Repubblica- su di un convegno che si sarebbe dovuto organizzare in Italia ed al quale il parlamentare avrebbe avuto intenzione di invitare anche l’ex premier libico.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *