Pizza e San Marzano, matrimonio nel segno della qualità

pizza-margherita

Pomodoro San Marzano e pizza: due prodotti d’eccellenza dell’enogastronomia campana sono le componenti fondamentali di un nuovo progetto, presentato presso la Camera di Commercio di Napoli, destinato ad offrire al consumatore sempre maggiori livelli qualitativi.

L’iniziativa – Il progetto “Il mio San Marzano” -che vede coinvolti Il Consorzio San Marzano dop, Coldiretti e Solania srl- si avvarrà della collaborazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno ed è incentrato sulla possibilità per pizzaioli e ristoratori di scegliere uno specifico lotto di produzione e “personalizzarlo” tramite l’apposizione del proprio logo sulla confezione. L’etichetta conterrà altresì il QR Code rilasciato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. La materia prima sarà fornita all’azienda di trasformazione dalla cooperativa di produttori aderente alla rete di Solania srl, impresa i cui soci avranno fatto richiesta di QR Code per il prodotto coltivato, apponendo sull’etichetta della confezione di latta il loro logo, immagine o altro segno identificativo. In questo modo sarà garantita la tracciabilità del prodotto in ogni sua fase din trasformazione, dalla produzione all’utilizzo nelle pizzerie.

Qualità e sviluppo – “Il progetto ‘Il Mio San Marzano’ –ha spiegato Giuseppe Napoletano, amministratore di Solania srl e della rete di impresa Solanacea 2.0– risponde alle esigenze della comunità di pizzaioli e dei ristoratori che vogliono identificarsi in un prodotto e ne gradiscono il controllo di tutta la filiera dalla semina, dalla coltivazione dalla trasformazione fino alla distribuzione. Con la garanzia di sicurezza alimentare e controllo del QR Code Campania, sia sul prodotto trasformato che su quello coltivato”. Di “importante esempio di marketing territoriale” ha parlato invece Vittorio Sangiorgio, vice presidente di Coldiretti Campania. Azioni di promozione basate sulla qualità che non mancano di produrre positive ricadute economiche. “Stiamo lavorando all’ampliamento della superficie coltivata –ha aggiunto Tommaso Romano, presidente del Consorzio San Marzano Dop- in quanto la richiesta è di gran lunga superiore all’attuale produzione e per migliorare la genetica e la tecnica culturale, ci stanno affiancando esperti agronomici di grande esperienza”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *