Pompei e i Greci: la nuova mostra del parco archeologico vesuviano

fonte: Soprintendenza Pompei

fonte: Soprintendenza Pompei

Oltre seicento reperti racconteranno dell’incontro e delle reciproche contaminazioni tra il mondo greco ed una delle più celebri città romane del mondo: Pompei. E’ questo, infatti, il tema della mostra che aprirà i battenti nella prossima primavera presso l’area archeologica pompeiana. Ceramiche, armi, ornamenti, sculture, iscrizioni racconteranno ai visitatori “Pompei e i Greci” –questo il titolo della mostra-, riunendo per la prima volta reperti provenienti non solo dalla città sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., ma anche da numerosi centri della Magna Graecia: Stabiae, Sorrento, Cuma, Capua, Poseidonia/Paestum, Metaponto, Torre di Satriano.

La mostra, curata dal direttore generale di Pompei Massimo Osanna e da Carlo Rescigno dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, nasce da un progetto scientifico e da ricerche in corso che per la prima volta mettono in luce tratti sconosciuti di Pompei; gli oggetti, provenienti  dai principali musei nazionali ed europei, divisi in tredici sezioni tematiche, offrono l’opportunità di “leggere” in una maniera nuova ed originale luoghi e monumenti della città di Pompei ben noti anche ai visitatori. Di particolare interesse le iscrizioni che saranno esposte: brevi testi in greco, etrusco e paleo italico, a dimostrazione della molteplicità di culture che gravitavano dentro ed intorno alla romana Pompei.

Ad  ospitare la mostra “Pompei e i Greci” sarà la Palestra Grande, con un allestimento espositivo la cui realizzazione è stata affidata all’architetto svizzero Bernard Tschumi. L’esposizione, accanto ai reperti, offrirò ai visitatori tre grandi installazioni audiovisive curate dallo studio canadese GeM (Graphic eMotion). Alla realizzazione della mostra hanno contribuito Electa ed il Museo Archeologico di Napoli. Presso questo polo museale nel mese di giugno sarà, poi, allestita l’esposizione dedicata ai miti greci a Pompei e, più in generale, nel mondo romano.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *