Diga Pertusillo, l’Arpa Basilicata pubblicati i dati: “Non c’è contanimazione”

Le foto shock della diga del Pertusillo (Credit Michele Tropiano)

“Non sono emerse situazioni di contaminazione sia da un punto di vista chimico che microbiologico”. È quanto emerge dalle analisi dei parametri campionati dall’ agenzia per la protezione dell’Ambiente della Regione Basilicata che su richiesta dei sindaci di Grumento Nova e di Spinoso, in provincia di Potenza, ha effettuato il campionamento e il sopralluogo in tre diversi punti dell’invaso, nello sbarramento (nel comune di Spinoso), in località Traversiti e sorgente Casurieddo (nel comune di Grumento). Pubblicati sul sito dell’agenzia anche i risultati del campionamento effettuato dall’ufficio Risorse idriche del dipartimento provinciale di Potenza. Ad allarmare gli amministratori locali la la comparsa di una colorazione marrone sulla superficie del lago.

“Nessuna contaminazione chimica e microbiologica” – Confermata, quindi, dai dati l’assenza di idrocarburi nelle acque dell’invaso, così come aveva anticipato l’Arpab nei giorni scorsi durante il vertice in Regione convocato dal governatore lucano Marcello Pittella. Sulla colorazione scura delle acque gli esperti avevano precisato che “deriva da una proliferazione abnorme di alghe, che nella fattispecie può essere stata innescata dalla presenza di nutrienti, così come da bruschi cambi di temperature. È un fenomeno che ciclicamente si ripeterà, perché del tutto naturale”. Una versione che non aveva convinto del tutto gli ambientalisti, come anche l’eurodeputato del Movimento 5 Stelle Piernicola Pedicini. “Noi di questa Arpab non ci fidiamo” aveva scritto in una nota il parlamentare pentastellato, elencando una serie di inchieste giudiziarie che, negli anni, hanno coinvolto i vertici dell’agenzia. Affermazioni che hanno scatenato la dura replica del direttore dell’agenzia regionale, Edmondo Iannicelli, che invitava l’eurodeputato a concentrare le sue energia sulla ricerca della verità, anziché “diffamare onesti lavoratori”. «Dileggiare l’Arpab – replica il direttore – pare sia diventata pratica consueta e quotidiana. Sarei ben lieto di informarla, sulla attività della nostra Agenzia e sui progetti messi in campo, faticosamente, da questa direzione».

Uno scontro acceso con Pedicini che torna alla carica, lanciando la proposta di “effettuare analisi simultanee e separate dello stesso campione delle acque del Pertusillo, insieme all’Università e a un altro laboratorio”. “Noi non abbiamo mai messo in discussione l’onestà e la professionalità dei dipendenti dell’Arpab – ha controreplicato l’eurodeputato – “noi non ci fidiamo dei suoi dirigenti e dei funzionari nominati dalla politica e sotto inchiesta per le varie vicende giudiziarie in corso. Tuttavia – aveva concluso – vogliamo raccogliere l’invito ad essere costruttivi del direttore Iannicelli e facciamo una proposta: l’Arpab è disponibile ad effettuare analisi simultanee e separate dello stesso campione delle acque del Pertusillo, insieme all’Università di Basilicata e ad un laboratorio individuato dal M5S Europa?”.

 

Ivana Infantino
Ivana Infantino
Giornalista professionista, da freelance collabora con Il Mattino e la Gazzetta del Mezzogiorno. Da addetto stampa alla Provincia di Potenza (2001-2010), tra le altre cose, ha curato diverse pubblicazioni per conto dell' ente. Fra le testate con cui ha collaborato anche Consiglio Informa (agenzia) e Mondo Basilicata (rivista).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *