Depositi a “porte aperte” al Museo di Paestum

I depositi del Museo di Paestum

Alla scoperta dei tesori “nascosti”di Paestum: reperti piccoli e grandi custoditi nei depositi del museo saranno visibili a partire dal prossimo 3 marzo. Ogni venerdì, fino al 25 agosto, ritorna l’iniziativa “I venerdì dei depositi”, appuntamento che grazie a visite guidate in italiano ed inglese consente di ammirare opere e testimonianze normalmente non esposte nelle sale del museo. E non si tratta certo di reperti di minor pregio: nelle stanze non aperte al pubblico sono custodire, ad esempio, centinaia di tombe dipinte risalenti al IV e III secolo a.C., giusto per citare gli elementi più significativi. Ma “I venerdì dei depositi” offrono anche un’ulteriore possibilità ai visitatori: osservare “in diretta” la gestione ed il recupero dei reperti provenienti dall’area del parco archeologico. “In linea con gli standard del MiBACT e internazionali –dichiara il direttore del parco, Gabriel Zuchtriegel noi puntiamo sulla valorizzazione dei depositi, in chiave scientifica, conservativa e divulgativa,. Entrando nei depositi, i visitatori vedono dietro le quinte di un grande museo archeologico: con restauratori, archeologi e tecnici al lavoro”.

Le visite ai depositi del museo costano 1 euro oltre al prezzo del biglietto d’ingresso al Parco, mentre chi possiede l’abbonamento paga solo il costo aggiuntivo. Per ogni visita è prevista la partecipazione di massimo 25 persone; l’appuntamento è alla biglietteria del museo alle ore 10.00, 12.00 e 14.00.  La visita, curata dall’Ufficio Catalogo, dai restauratori del Museo e dagli assistenti alla fruizione, durerà 40 min.  La prenotazione è consigliata e può essere effettuata al numero 0828 811023 o via mail all’indirizzo: pae.didattica@beniculturali.it

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *