Calabria, dopo vent’anni di attesa ecco il Piano regionale Trasporti

Ci sono voluti vent’anni, ma alla fine il Piano regionali dei trasporti della Regione Calabria si avvia a diventare uno strumento di pianificazione pienamente operativo. Nelle ultime ore è arrivato il via libera da parte della Commissione Europea, chiamata ad esaminare il documento messo a punto dall’amministrazione guidata dal governatore Mario Oliviero. Il Piano regionale dei trasporti, la cui approvazione definitiva da parte del consiglio  risale allo scorso anno, è il documento chiamato a regolare la pianificazione della mobilità sia delle persone che delle merci. “Si tratta –ha dichiarato il governatore Oliviero- di un importante cambio di rotta nella politica di pianificazione e programmazione regionale”.

I settori d’intervento – Tra i campi d’intervento del Piano regionale dei trasporti sono di particolare rilievo le iniziative previste per migliorare l’efficienza del porto di Gioia Tauro: le proposte messe a punto dalla Regione in materia di sicurezza, semplificazione e governance rafforzata hanno incontrato la piena condivisione da parte della Commissione Europea. Ma il Piano prevede investimenti per 500 milioni di euro anche per gli altri porti della Calabria, inclusi gli scali turistici. Il documento –che contempla investimenti per un totale di 9 miliardi di euro, di cui il 75% già finanziato- si articola su dieci punti, dedicato ognuno ad un intervento di tipo strategico per la mobilità nell’ambito del territorio regionale. Tra gli aspetti più significativi da evidenziare certamente l’arrivo dell’alta velocità ferroviaria e la realizzazione di un sistema di metropolitana regionale destinato ad agevolare gli spostamenti tanto nelle aree interne che in quelle costiere. Previste, accanto al potenziamento del trasporto aereo e su gomma, anche misure destinate ad incentivare la mobilità sostenibile: si va dal recupero dei sentieri e degli antichi percorsi rurali, al bike sharing ed all’uso collettivo delle auto per agevolare la mobilità in ambito urbano.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *