Mibact, sette comuni lucani nel progetto “Borghi storici marinari”

Il castello di Bernalda

Ci sono anche Maratea, Bernalda con Metaponto, Pisticci, Scanzano Jonico, Policoro, Rotondella e Nova Siri, nel progetto interregionale per la valorizzazione dei borghi italiani. Il Mibact ha, infatti, accolto con favore la proposta della Regione Basilicata, finalizzata alla creazione di una “rete” con un distretto turistico incentrato sul «viaggio emozionale con il brand “Basilicata coast to coast”». Nel progetto “Borghi storici marinari” sono stati, quindi, inseriti i comuni lucani che si affacciano sul mar Tirreno e sullo Jonio. «La Basilicata, insieme ad altre quindici regioni – spiega il professor Tomangelo Cappelli, responsabile dell’ufficio regionale Sistemi culturali e turistici – ha presentato al Mibact il progetto Interregionale “Borghi – Viaggio Italiano”, che rappresenta “un’unica grande iniziativa strategica per la valorizzazione del sistema dei borghi italiani”. Il Mibact, che ne ha apprezzato “la capacità di fare sistema e di avviare un percorso comune e condiviso”, ha assunto il progetto come iniziativa di rilevanza nazionale».

Il progetto. Il programma interregionale, di cui è capofila l’Emilia Romagna, si propone di creare un indotto in grado di stimolare la ripresa economica del Paese. Denominato “Viaggio italiano” il progetto punta a mettere in rete le bellezze architettoniche, paesaggistiche ed urbanistiche di 800 borghi, sparsi sul territorio nazionale, tutelando l’ambiente e promuovendo attività turistiche e ricettive presenti in questi piccoli comuni spesso sconosciuti. All’iniziativa hanno aderito 14 regioni (Basilicata, Emilia Romagna, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Molise, Puglia, Calabria, Sardegna, Sicilia) che attraverso i diversi progetti – Borghi d’Italia, i Borghi Storici Marinari, i Borghi delle terre Malatestiane e del Montefeltro, le località dei Paesaggi d’Autore –  promuoveranno, a livello nazionale ed internazionale, un viaggio esperienziale alla ricerca di sensazioni autentiche in luoghi da scoprire, anche in periodi destagionalizzati, fra prodotti tipici e tradizioni in comuni legati anche a personaggi illustri della cultura.

«Il programma – conclude Cappelli – si profila come una grande opportunità per i borghi lucani, anche in considerazione del fatto che tra gli assi strategici è stato inserito il protocollo d’intesa già sottoscritto tra il Mibact, l’istituto nazionale di Architettura e la Regione e improntato sul progetto di turismo emozionale “Viaggio al cuore della Vita”, che prevede la valorizzazione del patrimonio culturale e la promozione di stili di vita eticosostenibili, a sostegno di Matera-Basilicata 2019».

Ivana Infantino
Ivana Infantino
Giornalista professionista, da freelance collabora con Il Mattino e la Gazzetta del Mezzogiorno. Da addetto stampa alla Provincia di Potenza (2001-2010), tra le altre cose, ha curato diverse pubblicazioni per conto dell' ente. Fra le testate con cui ha collaborato anche Consiglio Informa (agenzia) e Mondo Basilicata (rivista).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *