Reggio Calabria: Alitalia non lascerà l’aeroporto dello Stretto

Alitalia-aeroporto- trasporti

Alitalia non interromperà i voli dall’aeroporto di Reggio Calabria alla fine del mese di marzo. La decisione della compagnia arriva al termine di un vertice a Roma cui ha preso parte il ministro dei Trasporti Graziano Delrio. Ma la soluzione individuata nelle ultime ore non è definitiva: Alitalia, infatti, si è impegnata a mantenere attivi i collegamenti dallo scalo aereo calabrese solo fino al prossimo 31 maggio. I voli, con cadenza quotidiana, saranno su Roma e Milano.

Il “buco” – All’origine della decisione della compagnia aerea di lasciare l’aeroporto di Reggio Calabria la scarsa redditività dello stesso: ogni anno Alitalia perde circa sei milioni di euro per operare dallo scalo calabrese. Di qui la richiesta dell’amministratore delegato di Alitalia Cramer Ball di dare vita ad un tavolo che possa permettere l’avvio di un confronto, al fine di individuare le migliori soluzioni per l’aeroporto di Reggio Calabria. Alitalia ha confermato il proprio impegno a lavorare nell’interesse delle diverse realtà territoriali del Paese. “L’aeroporto dello Stretto –ha detto il primo cittadino di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà- è salvo. É stata una trattativa – ha detto – lunga e difficile. Abbiamo lavorato in silenzio con grande senso di responsabilità, pronti anche ad alzare la voce quando necessario. Questa è la vittoria di un’intera città. Grazie al ministro Delrio al presidente Oliverio, al Prefetto Di Bari e alla disponibilità dimostrata da Alitalia. Ora guardiamo al futuro con più serenità e pianifichiamo il rilancio dello scalo”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *