Basilicata, il Mipaaf riconosce lo stato calamità nevicata gennaio 2017

Firmato il riconoscimento dello stato di calamità per l’eccezionale nevicata, e gelate straordinarie, che, dal 5 al 12 gennaio, ha distrutto raccolti e produzioni in serra. Come emerso sin dai primi sopralluoghi nei campi di produzioni ortofrutticole, ortive, agrumi, fragole nel Metapontino, come anche negli allevamenti, la stima dei danni è di 150 milioni di euro, per un totale di 1.950 segnalazioni. Nel Potentino sono state colpite le produzioni in ben 70 comuni, e in 30 del Materano.

L’annuncio della Regione Basilicata. «Il ministro Martina – annuncia l’assessore regionale alle Politiche agricole Luca Braia – come ci aveva garantito, dopo soli 72 giorni, ha firmato il riconoscimento dello stato di calamità per la nevicata e gelata del gennaio scorso. Ne abbiamo ricevuto comunicazione ufficiale nel pomeriggio di ieri, prossima la pubblicazione sul Bur». Un’operazione complessa, quella della richiesta di riconoscimento dello stato di calamità, chiusa in meno di 60 giorni, «una tempistica mai sostenuta in passato in Basilicata», precisa l’assessore che ricorda come «in caso di eventi calamitosi di questo livello per i quali gli agricoltori lucani hanno sempre visto passare inutilmente mesi, se non anni». «Abbiamo raccolto celermente istanze documentate certificando oltre 150 milioni di euro di danni – spiega – alle strutture ma anche alle produzioni. In 22 giorni il Ministero, a sua volta, ha concluso le ulteriori verifiche di competenza e decretato lo stato di calamità. Ora auspichiamo che, all’efficacia ed efficienza dell’azione burocratica ed amministrativa regionale e nazionale, segua una evidenza economica con un riconoscimento e stanziamento di risorse adeguate agli agricoltori, vero segnale di attenzione per la ripresa del comparto».

Ivana Infantino
Ivana Infantino
Giornalista professionista, da freelance collabora con Il Mattino e la Gazzetta del Mezzogiorno. Da addetto stampa alla Provincia di Potenza (2001-2010), tra le altre cose, ha curato diverse pubblicazioni per conto dell' ente. Fra le testate con cui ha collaborato anche Consiglio Informa (agenzia) e Mondo Basilicata (rivista).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *