Salerno, consiglio comunale “sordo”? Gallo e Cammarota tra la gente

Fonte: metropolisweb.it

In una fase storica complesa, dove le metamorfosi dei partiti ed il trasformismo hanno allontanato di molo gli elettori dalla vita pubblica (lo denotano i dati di affluenza alle urne degli ultimi 20 anni), c’è chi si rimbocca le maniche. O almeno cerca di fare qualcosa di concreto. Accade a Salerno, dove alla vigilia della prima riunione del consiglio comunale del 2017, due consiglieri comunali – uno di maggioranza, l’altro di opposizione – scendono in strada per ascoltare la viva voce dei cittadini, a fine di portare materialmente le loro istanze fin dentro l’assise del Salone dei Marmi.

Mercoledì e giovedì parte il “Dillo a Gallo” tour. L’esponente dei moderati e vicepresidente della commissione Statuto Leonardo Gallo ha convocato per i giorni di mercoledì e giovedì due distinte assemblee pubbliche per avviare la campagna di ascolto dei salernitani. Mercoledì l’appuntamento è fissato alle ore 18.30 presso il circolo Santa Maria di Ogliara, mentre giovedì l’incontro aperto si terrà nella city ed esattamente presso la sede dell’Udc in via F. Volpe alle ore 19.30. “Dillo a Gallo” rappresenta il primo canale di comunicazione che il consigliere comunale della Lista Moderati per Salerno ha inteso costruire per dare voce alle istanze che provengono direttamente dagli elettori.

Martedì la “Nostra Libertà” incontra i salernitani. Anche il presidente della commissione Trasparenza Antonio Cammarota “apre” la sua associazione alla cittadinanza per l’ascolto dei problemi quotidiani della gente e per confezionare le richieste di interventi da portare direttamente all’amministrazione comunale. L’appuntamento in questo caso è per martedì sera alle ore 20, presso la sede de “La nostra libertà”.

Intanto la maggioranza Napoli perde un consigliere? Al momento è un giallo l’adesione del consigliere comunale Pietro Stasi al neonato movimento politico “Alternativa Popolare”, sorto dalle ceneri di Ncd per volontà del ministro Angelino Alfano. Giallo perchè non si è ancora definito che tipo di posizione assumerà Stasi rispetto alla linea politica della giunta Napoli. Inoltre c’è da capire se aderirà o meno al gruppo misto, lasciando “Moderati per Salerno”, dove a quel punto Leonardo Gallo ne diverrebbe capogruppo.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *