Salerno, maggioranza spaccata sui dehors: rischio franchi tiratori

Malumori di vecchia data, evidenti falle nella elaborazione dei provvedimenti da approvare e un generale corto circuito comunicativo tra lo staff politico del sindaco Napoli e i componenti della maggioranza. Gli ingredienti per realizzare il classico “papocchio” ci sono proprio tutti. Solo che nessuno sembra accorgersene. O meglio ancora tutti lo sanno ma fanno finta di non saperlo. Eppure la strada imboccata dall’amministrazione comunale di Salerno non condurrà da nessuna parte se si continua con lo stesso andazzo dei primi 3 mesi del 2017. Le grane stanno per arrivare sul tavolo della discussione e non saranno di facile risoluzione.

Un consiglio comunale infuocato e franchi tiratori all’orizzonte. L’imminente riunione del 31 marzo (ore 9.00 nel Salone dei Marmi) promette scintille. E di certo non saranno tra maggioranza ed opposizione, bensì tutte interne al fronte deluchiano che sostiene la giunta di Enzo Napoli. L’erede di Vincenzo De Luca, pur impegnandosi a fondo in questo compito assai delicato, non è riuscito a ricreare quella coesione di gruppo che c’era fino alla scorsa consiliatura. Non per demerito, ma è chiaro a tutti che con la presenza dell’allora sindaco De Luca i pretoriani della maggioranza difficilmente insorgevano per questioni amministrative, tranne rare eccezioni. Oggi la storia è cambiata, i fedelissimi alla linea politica di Napoli sono praticamente la metà rispetto al numero complessivo (26) dei componenti lo schieramento di maggioranza. Tanto che venerdì mattina, in occasione del consiglio comunale, è molto probabile che alcuni provvedimenti possano essere ritirati o addirittura bocciati in aula.

Questione regolamento dehors. Una delle patate bollenti in questo momento nelle mani dell’amministrazione comunale è il nuovo regolamento dei dehors. Non è stato ancora approvato dall’assemblea del Salone dei Marmi e già ha creato malumori e grossa incertezza. Dicono alcuni consiglieri di maggioranza che il testo del regolamento è alquanto dubbio, nel senso che consentirebbe alcune iniziative assolutamente contrarie alle norme di legge. E proprio in virtù di questi dubbi, per lo più di carattere tecnico ed amministrativo, che gli stessi consiglieri hanno messo le mani avanti, preannunciando voto contrario in aula se lo stesso documento non sarà ritirato per essere rivisto.

Domani sera summit di maggioranza ad alta tensione. Si terrà domani sera alle 18.30 il previsto summit politico che precede ogni riunione del consiglio comunale. In quella occasione, Napoli potrà rendersi conto delle posizioni di molti esponenti di maggioranza non solo sulla questione dei dehors ma anche sulla manovra di bilancio preventivo, in merito alla quale si sono già registrati gli emendamenti proposti dagli esponenti di Dp.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *