Dalla Puglia in Israele per sviluppare nuove idee d’impresa

ricerca-ingranaggi-laboratori-più-mezzogiorno

Puglia capofila della missione in Israele. Costruttori italiani a Tel Aviv, fino al 3 aprile, per conoscere il sistema imprenditoriale israeliano, studiare modelli innovativi di bioedilizia e cogliere nuove opportunità di business. L’iniziativa è dei Giovani imprenditori di Ance (associazione nazionale costruttori edili) Bari e Bat, ma ha coinvolto una quarantina di imprenditori aderenti a Confindustria provenienti da tutta Italia. Obiettivo: «integrare le idee innovative dei loro imprenditori con la creatività dei nostri» come spiega Luigi De Santis presidente Giovani Ance Bari e Bat e primo console onorario di Israele in Italia.

«Israele vanta il maggior numero di startup tecnologiche a livello mondiale –continua – e non può che rappresentare un esempio per sviluppare, anche in Italia e nella nostra regione, nuove idee di business applicate al settore delle costruzioni. Le idee innovative dei giovani imprenditori israeliani, integrate con la creatività delle imprese italiane e pugliesi, possono condurre a risultati fecondi per la nostra economia: è un’occasione da non perdere».

La delegazione, accompagnata dal referente del ministero degli Esteri Ran Natanzon e accolta dall’ambasciatore d’Italia in Israele Francesco Maria Talò, avrà modo di studiare, attraverso la presentazione di alcune startup, modelli innovativi di bioedilizia e di individuare possibili opportunità di business per via degli importanti piani di sviluppo infrastrutturale e immobiliare al via per qualche miliardo di euro. Dopo la visita ad alcuni cantieri, come quello della Metro di Tel Aviv, la delegazione incontrerà a Gerusalemme Charles Salomon, direttore generale del ministero dei Trasporti.

Ivana Infantino
Ivana Infantino
Giornalista professionista, da freelance collabora con Il Mattino e la Gazzetta del Mezzogiorno. Da addetto stampa alla Provincia di Potenza (2001-2010), tra le altre cose, ha curato diverse pubblicazioni per conto dell' ente. Fra le testate con cui ha collaborato anche Consiglio Informa (agenzia) e Mondo Basilicata (rivista).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *