Pd Campania, Valiante denuncia brogli al congresso di Caserta

valiante-emiliano

Proseguono le denunce di esponenti del Pd campano per presunti brogli e irregolarità nelle primarie di circolo che si stanno svolgendo su tutto il territorio della Campania. In serata è la volta del parlamentare Simone Valiante, coordinatore della mozione Emiliano in Campania. La sua denuncia riguarda la convenzione di Caserta.

Il j’accuse di Simone Valiante.Ricevo proprio in questo momento notizie preoccupanti dal nostro rappresentante nella Commissione provinciale per il congresso di Caserta. Dopo che per tutta la giornata di ieri si sono registrate anomalie e con il partito provinciale chiuso e senza nessuno che seguisse lo svolgimento delle operazioni di voto, come accadeva nel resto d’Italia, questa sera si rasenta il ridicolo. Dalle notizie pervenute proprio in questi minuti” dichiara in una nota Simone Valiante, deputato dem e coordinatore della mozione Emiliano in Campania, “a 24 ore dalla conclusione delle operazioni di voto stanno pervenendo solo ora alla Commissione provinciale una parte dei verbali delle operazioni di voto, con le liste di delegati incompleti. È assolutamente inconfutabile che nessuno può essere più in grado di garantire ormai la regolarità delle operazioni di voto. Tra l’altro, pare che in alcuni verbali sia presente il solo frontespizio. La convenzione va annullata e ovviamente i dati complessivi scorporati dal dato della Campania. Quello che accade a Caserta e’ la dimostrazione di come in questi anni ahime’ si sia rinunciato a costruire un partito vero nei luoghi difficili, continuando a produrre danni alla nostra comunità politica. Alla luce di queste determinazioni noi non riconosceremo il risultato della Provincia di Caserta“, conclude Valiante

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *