Mario Oliviero: “Alta velocità fino a Reggio Calabria”

Prolungare i collegamenti dell’alta velocità ferroviaria fino a Reggio Calabria. Questo l’obiettivo da raggiungere per il governatore calabrese Mario Oliviero che, in occasione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, ha annunciato di aver investito il governo Gentiloni della questione. “Abbiamo proposto al governo –ha spiegato Oliviero- uno studio di fattibilità perché l’alta velocità arrivi a Reggio Calabria: lo stesso tempo di percorrenza tra Milano e Roma dovrebbe esserci tra Roma e Reggio Calabria”. Un tema, quello dell’estensione della rete ferroviaria ad alta velocità, che per il governatore calabrese resta “un obiettivo strategico a cui non rinunceremo mai e per il quale abbiamo programmato investimenti importanti”.

In tema di potenziamento della rete infrastrutturale e dei collegamenti, Mario Oliviero affronta anche la questione ponte sullo Stretto, la cui realizzazione viene ciclicamente rilanciata da esponenti del governo o delle amministrazioni locali. “Bisogna realizzare il ponte –dice Oliviero- perché l’Italia unisca la Sicilia in modo fisico. Sarebbe una grande operazione storica di unificazione del Paese, se le distanze diminuissero non solo nel reddito e nel lavoro ma, anche, nella raggiungibilità e nell’accessibilità, grazie ai collegamenti”. Interventi che, naturalmente, andrebbero inquadrati per il presidente della Regione Calabria all’interno “del processo di sviluppo e modernizzazione delle infrastrutture del Sud”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

2 Comments

  1. Nuccio ha detto:

    Almeno l’alta velocità andrebbe fatta, avreste il voto di sicilia e calabria

  2. Nuccio ha detto:

    Non solo in Sicilia e Calabria non si trova lavoro ma non ci si può nemmeno spostare da sud a nord in tempi da paese civilizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *