Mdp Salerno, 1000 adesioni e 40 circoli pronti: ecco tutti i nomi

Gruppo-Dp-al-Comune

Tocca quota 1000 la campagna di preadesioni sul territorio provinciale di Salerno: sono già 40 i circoli del neonato partito politico «Articolo Uno – Democratici e Progressisti». Macinando chilometri su e giù per la provincia di Salerno, i ribelli dem stanno strutturando una fitta rete di comitati e di referenti sui territori in vista dell’avvio ufficiale della campagna di tesseramento, che prebderà il via su scala nazionale il prossimo primo maggio. Non solo i principali centri, ma anche le piccole comunità locali dall’agro al Vallo di Diano hanno mostrato grande interesse per il movimento politico capeggiato a livello romano da Massimo D’Alema e Pierluigi Bersani.

I dati per ogni principale centro della Provincia. Ma veniamo alla mappatura provinciale di Mdp, partendo dalla città capoluogo. A Salerno città sono 4 i comitati territoriali, con altrettanti referenti: Pasquale Petrucci per Salerno sud, l’ex assessore comunale Roberto Radetich nella zona orientale, il consigliere comunale Peppe Ventura per il centro cittadino e il giovane Franco Iandiorio per le frazioni collinari, su cui molti scommettono per un incarico di primo piano nel partito. Sempre in città si registrano le adesioni di Franco Massimo Lanocita e dell’ex senatore diessino Andrea De Simone. Due – inoltre – i comitati tematici: quello sull’ambiente retto dall’ex assessore comunale Gerard Calabrese e quello sull’università guidato da Alessio Lembo. Passando alla provincia, sono già sorti i comitati nei comuni di Agropoli, Angri, Battipaglia, Bracigliano, Camerota, Capaccio, Castel San Lorenzo, Cava dei Tirreni, Ceraso, Eboli, Fisciano, Nocera Inferiore e Superiore, Ogliastro Cilento, Palomonte, Scafati, Siano, Atrani, Castel San Giorgio, Giffoni Valle Piana, Mercato San Severino, Piaggine, Pagani, Roccapiemonte, Pontecagnano, Valva, Vallo della Lucania, Maiori, San Cipriano Picentino e Vietri sul Mare. A reggere le fila del comitato di Agropoli c’è l’ex segretario socialista Antonello Scuderi, ad Angri c’è Pasquale D’Acunzo mentre a Battipaglia Mdp annovera l’ex vice segretario cittadino del partito democratico Vincenzo Spinelli, oltre a Vito Lucia. A Bracigliano spicca la presenza di Gianni Iuliano, esponente socialista, già vice presidente della giunta provinciale di Salerno nella gestione Villani. A Camerota coordina Salvatore Galizio, ex militante dei Ds, mentre a Capaccio le speranze sono affidate al giovane Antonio Procida. Castel San Lorenzo e l’area della Val Calore vedono la presenza di Gennaro Mucciolo, ex vice presidente del consiglio regionale della Campania e storica figura del partito socialista salernitano, insieme al figlio Pasquale. Per quanto riguarda la città di Eboli, il comitato è retto da Tonino Conte, anche se i riflettori sono puntati sulla presenza dell’ex ministro socialista per le aree urbane Carmelo Conte e di suo figlio Federico – ex Pd – sempre più vicino ad una candidatura per le politiche 2018. A Cava dei Tirreni una delle due donne reggenti, l’ex segretario della Cgil Maria Di Serio. A Nocera Inferiore il referente è Antonio Iannello, ex candidato sindaco del partito democratico, uscito sconfitto alle ultime elezioni amministrative, mentre nella vicina Nocera Superiore il comitato è retto da Pietro Torre, storico militante di sinistra. Il comitato di Scafati vede quale coordinatore territoriale Mirko Secondulfo, già candidato alle regionali ed ex esponente di Sel, mentre a Pontecagnano spicca la presenza di Roberto D’Amico. A Mercato San Severino, i riferimenti politici sono rappresentai dall’ex consigliere provinciale socialista Enzo Farace e l’esponente dei Verdi Raffaele Grimaldi. A Pagani il duo Antonio Zito e Enzo Calabrese guidano il locale circolo, mentre a Vallo della Lucania c’è Maria Cammarano. Infine a Vietri sul Mare ci sono il consigliere comunale Mario Pagano e Luigi Gorga. Per quanto riguarda gli appuntamenti in cantiere, questa sera a Battipaglia sarà di scena il governatore della Toscana Enrico Rossi. Ancora da definire, invece, la data della prima assemblea su base provinciale che potrebbe tenersi subito dopo la pausa pasquale.

Il sit-in in memoria delle vittime della guerra in Siria. Questa sera, con inizio a partire dalle ore 18 in piazza Amendola a Salerno, sotto i portici della Prefettura di Salerno, “Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista” si ritroverà per un momento di riflessione e solidarietà alle vittime innocenti ed i bambini uccisi dai raid con gas chimici in Siria. Sono decine i bambini uccisi dai bombardamenti con gas Sarin lanciati sulla popolazione inerme. Ad oggi sono almeno 100 le vittime e 557 i feriti. Una vera e propria strage di civili. “Nemmeno Dio potrebbe posare gli occhi su tanto orrore. Ciò a cui abbiamo assistito nelle ultime ore – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Giovanili e all’Innovazione del Comune di Salerno, Mariarita Giordano – non può passare inosservato. A questi bambini è stata rapita l’infanzia ed ora anche il futuro. Gli attacchi chimici sono banditi da ogni accordo internazionale e il nostro Paese non può macchiarsi di un “reato” grave come il silenzio. Per questo motivi ci raduneremo in silenzio per far sentire la nostra voce”. “Anche qui a Salerno sentiamo l’esigenza di manifestare la nostra solidarietà con le popolazioni colpite da attacchi inumani. Consapevoli della difficoltà del cambiamento e dell’importanza della nostra Carta Costituzionale, manifestiamo per sollevare le coscienze ed avvicinarle alla pace universale che dovrebbe essere il fine di ogni azione politica”, ha aggiunto Francesco Iandiorio, portavoce del comitato promotore di Salerno che in collaborazione con il comitato promotore universitario di Articolo Uno-Mdp ha promosso per domattina, a partire dalle 10, all’Università degli Studi di Salerno al bar della facoltà di Lettere, un volantinaggio ed un momento di confronto sulle vicende siriane.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *