Comune Salerno, sui dehors è scontro: deluchiani contro Enzo Napoli

Si è conclusa pochi minuti fa la riunione di maggioranza a Palazzo Guerra, convocata dal sindaco Enzo Napoli e che ha visto la presenza anche del primogenito del governatore della Campania Piero De Luca. All’ultimo momento, proprio per evitare un ennesimo scontro senza avere delle certezze da offrire come mediazione, l’argomento del taglio ai gettoni dei consiglieri e della diffda dei deluchiani consegnata a Napoli è stato rinviato al prossimo incontro. In compenso, lo scontro politico c’è stato ugualmente ed ha riguardato ancora una volta i dehors.

Almeno 7 i voti contrari al nuovo regolamento dehors. Nel corso della discussione, alla presenza di circa una ventina di consiglieri della coalizione di maggioranza, i toni si sono surriscaldati allorquando il sindaco Napoli ha invocato lo spirito di gruppo per portare a conclusione l’iter amministrativo del nuovo regolamento sui dehors. A innescare la miccia però è stato il consigliere Natella che nel suo intervento introduttivo sul tema ha rassicurato tutti i presenti circa un presunto accordo unanime sullo strumento normativo da adottare in consiglio comunale. Pronta è stata la risposta dei consiglieri che da sempre si sono opposti all’impostazione del regolamento sui dehors (Naddeo, Memoli e Gallo). In particolare, Corrado Naddeo ha ribadito con forza il suo voto contrario rispetto all’impalcatura attuale del regolamento e che al momento non esiste alcuna “quadra del cerchio”. Facendo un po’ i conti sono almeno 7 i consiglieri che potrebbero votare no in consiglio comunale, compresi i due esponenti di Dp.

Consiglio comunale rinviato per evitare lo scontro sui dehors. Durante la riunione è stato confermato che la data del prossimo consiglio comunale non sarà fissata entro il 30 aprile, bensì intorno alla metà di maggio. E questo per provare a ricucire lo strappo politico. A nulla è valsa la presenza di Piero De Luca, che non è riuscito nel suo intento di placare gli animi e ritrovare la coesione del gruppo.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *