Ferrovia Jonica, Delrio apre al tavolo tecnico per il potenziamento

Il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio

Il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio

Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Delrio “apre” alle richieste di potenziamento del trasporto su ferro nell’area jonica. Apertura contenuta in una missiva che l’esponente del governo Gentiloni ha inviato all’ onorevole Cosimo Latronico, parlamentare del gruppo fittiano “Direzione Italia”, che è divenuto il principale portavoce delle associazioni del territorio impegnate nella promozione di questo ambizioso progetto di recupero e valorizzazione della linea ferroviaria Jonica Taranto-Sibari. Nella lettera il ministro puntualizza l’ impegno del dicastero al potenziamento dei collegamenti ferroviari verso il Metapontino, con l’arrivo del Frecciarossa 1000 a Metaponto e Taranto a partire dallo scorso 11 Dicembre. Contestualmente sottolinea la necessità di sviluppare un “tavolo tecnico” con i governatori delle regioni Puglia, Basilicata e Calabria allo scopo di trovare la soluzione più adeguata per il potenziamento del trasporto ferroviario locale, di competenza regionale, con particolare riferimento alla Ferrovia Jonica.

Prospettive di sviluppo turistico – Ad oggi la tratta ferroviaria compresa tra Taranto e Sibari è caratterizzata da abbandono e sottoutilizzo; nonostante il suo elevatissimo potenziale data la crescente vocazione turistica della Riviera jonica lucana e della Sibaritide essa ad oggi è percorsa soltanto da due coppie di treni effettuati con macchine obsolete, mentre a partire dal 2011 opera un sistema di trasporto sostitutivo su gomma per garantire i restanti collegamenti, rarefatti ed assolutamente insufficienti a garantire un servizio adeguato in un comprensorio di notevole interesse turistico-culturale. Proprio per questo motivo negli ultimi mesi è cresciuta sempre più incessantemente l’attenzione nei confronti del progetto di sviluppo di una metropolitana leggera attraverso il recupero della linea rotabile esistente, che possa collegare tra loro i borghi della costa jonica, consentendo una sensibile riduzione delle distanze, proprio attraverso l’integrazione con l’ Alta velocità, tra Nord e Sud del Paese.

Andrea Bignardi
Andrea Bignardi
Classe 1996, maturità classica, studente di Economia e Management all'Università degli Studi di Salerno, appassionato di politica, scrive di enogastronomia per il blog "Campania Terra Laboris" e si occupa di temi economici, con una notevole attenzione al territorio e alla valorizzazione delle sue risorse ed eccellenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *