Alitalia, Gentiloni da Benevento: “Non ci sono condizioni per nazionalizzazione” – VIDEO

Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni

Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni

Chi governa ha come compito di dedicarsi alla soluzione dei problemi, ma anche di dire la verita’. E su questo la verità l’avevo detta prima e la dico anche adessso: non ci sono le condizioni per una nazionalizzazione di Alitalia. Ci lavoreremo ma la decisione del referendum rende più difficile accettare una sfida che già si trascinava da 15 anni. Devo dire che da parte mia c’è stata delusione sul fatto che l’opportunità dell’accordo tra azienda e sindacati non sia stata accolta“.

Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni, parlando da Benevento dove è arrivato in mattinata per visitare prima lo stabilimento Adler di Airola, considerata una delle eccellenze produttive della Campania nell’automotive e nell’aerospazio e poi il pastificio “Rummo”, danneggiato dall’alluvione dell’ottobre 2015 che mise in ginocchio numetose aziende del Sannio e che a una campagna “virale” sui social network il pastificio riuscì a smaltire le scorte di pasta non intaccate dall’alluvione. Una campagna di solidarietà spontanea per acquistare prodotti agroalimentari della zona alluvionata permise al pastificio Rummo e ad altre aziende di non interrompere la produzione e di risollevarsi lentamente.

La visita di oggi del presidente del Consiglio è finalizzata a sottolineare l’impegno del Governo per la ripresa delle attività soprattutto nei settori di eccellenza. Assieme a Gentiloni  anche i sottosegretari Umberto del Basso de Caro e Gioacchino Alfano e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca con il sindaco della città, Clemente Mastella.

Imprese di qualità – Oggi in Italia e specialmente nel Mezzogiorno c’è un contesto senza precedenti, con queste condizioni agevolate si può fare impresa, dare lavoro e avere successo sui mercati interanzionali“.  Gentiloni ha citato il successo dell’export e alcune misure del governo come “il credito imposta fino al 2019 che è finalmente operativo e la decontribuzione nel 2017 per l’assunzione dei giovani“. “Le cose si muovono, basta con l’idea che nel Mezzogiorno non sia possibile fare imprese di avanguardia e qualità, gli esempi che abbiamo davanti ci dimostrano che è assolutamente possibile“.

Al premier una ceramica di San Giorgio Martire –É una data storica per la città di Airola“. Così il sindaco Michele Napoletano ha commentato la visita del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, allo stabilimento Adler. “Gentiloni – ha aggiunto il primo cittadino – è rimasto entusiasta della qualita’ e delle tecnologie innovative utilizzate nello stabilimento Adler“. Al termine della visita il sindaco Napoletano ha donato al premier una ceramica raffigurante San Giorgio Martire, patrono del centro caudino.

Dal Governo 9 milioni per la viabilità in Valle Caudina – Dal Presidente del Consiglio è arrivato anche l’impegno per finanziare il completamento entro un anno della strada “Fondovalle Isclero” che unisce la Valle Caudina con la Valle Telesina. “Nessuna promessa elettorale – ha detto il sindaco di Airola – ma un impegno a lavorare per potenziare le infrastrutture locali necessarie allo sviluppo: tra queste, c’è sicuramente il finanziamento di circa 9 milioni di euro per completare entro un anno la strada”. 

 

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *