De Vincenti: “Il Sud riparta dalle sue eccellenze produttive”

Il ministro Claudio De Vincenti

Il ministro Claudio De Vincenti

Quella del Mezzogiorno è “una situazione difficile”, ma ci sono le condizioni per dare vita ad un rilancio socio-economico delle regioni meridionali. E’ un quadro in chiaroscuro quello che traccia il ministro per la Coesione ed il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, a Napoli per prendere parte al convegno dedicato al centenario dell’Unione Industriali. Una riflessione, quella dell’esponente del governo Gentiloni, che arriva a margine dei lavori e tocca alcuni dei principali temi legati alle prospettive di sviluppo del Sud. “La situazione del Mezzogiorno –ha detto De Vincenti- resta difficile e per questo dobbiamo lavorare. E il punto di partenza è sicuramente il masterplan”. E accanto a questo ci sono le “notevoli eccellenze produttive” del territorio, prima risorsa su cui puntare, anche per scongiurare quel rischio spopolamento che caratterizza le aree appenniniche in particolare. “Il calo demografico –ha detto ancora il ministro- è un problema per il Mezzogiorno ma è a ‘situazione data’. Il Sud ha avuto una crescita, anche superiore a quella del Centro-Nord, anche se resta ancora insufficiente. Ma il Sud ha potenzialità notevoli e da questo punto di vista dobbiamo valorizzarle per favorire i processi di crescita”.

Il caso Bagnoli – De Vincenti, a margine del convegno, ha toccato anche il tema degli interventi programmati per la città di Napoli, in particolare il piano per Bagnoli, al centro di un aspro confronto –meglio, scontro- tra l’amministrazione comunale e la Regione. “La prossima riunione –ha detto De Vincenti- su Bagnoli si terrà appena termineremo le caratterizzazioni che sono attualmente in corso. Abbiamo completato la bonifica dell’arenile nord, avviato le operazioni sulla colmata. Stiamo lavorando a buon ritmo. Dopo le caratterizzazioni procederemo alla convocazione del tavolo”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *