Primarie a Salerno, alle 13 anche in provincia seggi quasi deserti

primarie-pd

Siamo al terzo aggiornamento dei dati di affluenza a Salerno e provincia per le primarie 2017 e i numeri parlano chiaro: ovunque, sia in città che nei diversi centri del territorio provinciale, le percentuali di affluenza registrate sono almeno di 10 punti inferiori alle previsioni della vigilia. Di certo la bella giornata di sole e alta pressione ha indotto molti alla gita fuori porta, anche in considerazione del ponte del primo maggio che ci attende domani. Ecco perchè da Nocera a Sapri la situazione è decisamente sotto tono. In città si registra un leggero aumento dell’affluenza a ridosso dell’ora di pranzo, tradizionalmente uno dei momenti dove si concentra il voto nella prima parte della giornata di apertura delle urne. Sempre in testa, in città, il rione Carmine e il centro sociale, mentre recuperano terreno il seggio del cinema Augusteo e il Punto di Porta Rotese.

Sempre più alta la tensione tra i deluchiani. Dopo le sollecitazioni giunte sugli smartphone di consiglieri e assessori, qualche faccia nota si è vista in strada, ma ben poca cosa rispetto ai numeri ed alla partecipazione registrata in occasione delle precedenti primarie. Lo scontro in atto tra una larga parte della maggioranza a Palazzo di Città e lo staff politico del sindaco Napoli non poteva non produrre gli scarsi risultati fino a qui conseguiti.

Dove si può votare in città. Ecco qui di seguito l’elenco dei seggi aperti su tutto il territorio comunale.

1- Cinema Augusteo (sezioni 1-2-3-4-5-14-15-6-7-8-9-10-11-19); 2 – Il Punto di Piazza Portarotese (sezione 12-13-16-17-18-20-21-49-53); 3 – Bar Hemingway di via Carmine 95 (sezione 22-23-24-25-26-27-28- 2943-45-46-47-48); 4 – Bottega di Alice di via Buonservizi 21 (sezione 30-31-32-33-34-35-36-37-80);
5 – Bar Parco Pinocchio di Piazza Montpellier (sezione 38-39-40-41-42-44); 6 – Spazio Donna (sezione 50-51-52-53-54-55-56-57- 58); 7 – Salerno Energia in via S.Passaro (sezione 69-70-71-72-73-74-75-76);
8 – Centro polifunzionale Matierno (sezione 81-82-83-84- 85-86); 9 – Associazione i Castellani di Giovi (sezione 88, 89, 142 e 149); 10 – Palestra Scherma di via Laurogrotto (sezioni 59-60-61-62- 63-64-65-66-67-78-79-87); 11 – Polo Nautico di via Lungomare Colombo (sezione 68-77-93-94-95- 96-97-98-99-100-101-109-110-111-112-113-114-115- 117-118-119); 12- Centro Sociale di via Cantarella (sezione 90-91-92-102-103-104-105-106-107-108- 116-120-121-123-135-136-137-138); 13 – Comitato di Quartiere Europa presso l’ex Chiesa di Gesù Redentore di via Moscati 3 (sezione 124-125-126-127-128-129-130- 131-132-133-134); 14 – Circolo Pd Parco Arbostella (sezione 122-1143-144-145-146-147-148); 15 – Associazione Quartiere di via D’Azeglio (sezione 139-140-141-150)

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *