Primarie flop a Salerno, “richiamati” cinesi e dipendenti delle miste

Alla fine non poteva non andare così. Pur di riempire le urne di voti in favore di Matteo Renzi, il bureau deluchiano ha deciso di ricorrere al piano di emergenza, vista la scarsa affluenza ai seggi in città. Ovunque, ad accezione del centro sociale, del cinema Augusteo e del polo nautico, le urne sono state disertate dalla gran parte degli elettori del Pd, che ha preferito la giornata al mare. E così, poco dopo le 13, è iniziato uno strano tamtam sui telefonini di molti esponenti del partito – compresi diversi assessori e consiglieri comunali – in base al quale si esortava tutti all’ennesimo sforzo, non tralasciando di convocare alle urne anche cinesi, cittadini dell’est europeo e i tanti dipendenti delle società mioste che in questi minuti stanno iniziando a sciamare verso le 15 sezioni allestite in città. “Una vergogna – sottolinea uno dei fedelissimi del governatore De Luca – per come sono pensate e organizzate queste primarie. Poi non ci si può lamentare se gli elettori si allontanano dalla politica. Non è così che si esercita la democrazia in questo Paese”.

Dove si può votare in città. Ecco qui di seguito l’elenco dei seggi aperti su tutto il territorio comunale.

1- Cinema Augusteo (sezioni 1-2-3-4-5-14-15-6-7-8-9-10-11-19); 2 – Il Punto di Piazza Portarotese (sezione 12-13-16-17-18-20-21-49-53); 3 – Bar Hemingway di via Carmine 95 (sezione 22-23-24-25-26-27-28- 2943-45-46-47-48); 4 – Bottega di Alice di via Buonservizi 21 (sezione 30-31-32-33-34-35-36-37-80);
5 – Bar Parco Pinocchio di Piazza Montpellier (sezione 38-39-40-41-42-44); 6 – Spazio Donna (sezione 50-51-52-53-54-55-56-57- 58); 7 – Salerno Energia in via S.Passaro (sezione 69-70-71-72-73-74-75-76);
8 – Centro polifunzionale Matierno (sezione 81-82-83-84- 85-86); 9 – Associazione i Castellani di Giovi (sezione 88, 89, 142 e 149); 10 – Palestra Scherma di via Laurogrotto (sezioni 59-60-61-62- 63-64-65-66-67-78-79-87); 11 – Polo Nautico di via Lungomare Colombo (sezione 68-77-93-94-95- 96-97-98-99-100-101-109-110-111-112-113-114-115- 117-118-119); 12- Centro Sociale di via Cantarella (sezione 90-91-92-102-103-104-105-106-107-108- 116-120-121-123-135-136-137-138); 13 – Comitato di Quartiere Europa presso l’ex Chiesa di Gesù Redentore di via Moscati 3 (sezione 124-125-126-127-128-129-130- 131-132-133-134); 14 – Circolo Pd Parco Arbostella (sezione 122-1143-144-145-146-147-148); 15 – Associazione Quartiere di via D’Azeglio (sezione 139-140-141-150)

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *