De Magistris sbarca a Salerno con “DEMA” e sfida De Luca: ecco chi potrebbe aderire

Luigi De Magistris fonte: repubblica.it

Luigi De Magistris fonte: repubblica.it

Politica in fermento a Palazzo Guerra. Dopo la trasformazione del gruppo Davvero Verdi in Articolo 1 – Mdp, ora tocca all’opposizione incarnata dal consigliere Dante Santoro mutare pelle e confluire nel nuovo soggetto politico creato dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Il primo cittadino partenopeo sarà a Salerno sabato prossimo per inaugurare la sede cittadina del suo movimento e – di conseguenza – lanciare ufficialmente il suo guanto di sfida al governatore della Campania Vincenzo De Luca. “Dema”, questo il nome della creatura politica di De Magistris nasce come movimento popolare ma l’ambizione reale dell’ex magistrato è quella di creare a Salerno e più in generale in regione Campania un’alternativa al deluchismo, restando nell’alveo del centrosinistra.

A Palazzo Guerra nasce il gruppo consiliare. Pronte le prime adesioni. Non c’è solo Dante Santoro sull’agenda di De Magistris. Il consigliere comunale – ex Movimento 5 Stelle – rappresenta per ora il punto di riferimento per tutto il movimento Dema a Salerno. Ma sotto traccia si sta già lavorando per allargare il numero degli aderenti. Di peso, ovviamente. Rumors provenienti da Palazzo di Città confermano trattative in corso con un ex consigliere deluchiano e con almeno due consiglieri in carica. Nomi che per il momento restano coperti dal massimo riserbo, ma che potrebbero essere resi noti nelle prossime ore. De Magistris sta provando a pescare anche tra i delusi del Movimento 5 Stelle, nonchè tra le fila della sinistra antagonista.

 

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *