Terra dei Fuochi: a fine maggio i risultati dei monitoraggi in Campania

vigili-terra-dei-fuochi-piu-mezzogiorno

Superati ritardi storici, e al termine dell’analisi dettagliata e della elaborazione statistica dei dati dell’intera sorveglianza oncologica in Campania – studio sul quale è al lavoro il Coordinamento Regionale Registro Tumori – alla fine di questo mese di maggio, la Regione Campania presenterà in una iniziativa pubblica i risultati scientifici e comparati riguardanti il monitoraggio delle patologie.

Da Palazzo Santa Lucia, la nota prodotta dal team scientifico “Terra dei Fuochi” al termine della riunione di ieri. “Attualmente – si legge nel testo – i registri Tumori accreditati in Regione Campania – Asl Napoli 3 Sud, Asl Salerno, Asl Caserta, Asl Napoli 2 Nord – coprono il 71% della popolazione dell’intera regione Campania, a fronte della copertura media nazionale del 52%. In Campania, quindi, è sorvegliata da Registro Tumori circa il 20% in più di popolazione rispetto alla media italiana”.

In relazione alla “Terra dei Fuochi”, se si esclude la città di Napoli, attualmente il 100% dell’area tra il Napoletano e il Casertano, che conta 89 Comuni, è coperto da una registrazione oncologica. “Se si considera la totalità dell’area la copertura dei Registri Tumori passa al 67%. La Regione Campania è la terza Regione Italiana a dotarsi, ed ottenerne l’accreditamento, di un Registro Tumori Infantile a copertura regionale.

Si tratta di un registro che rileva tutti i nuovi casi di cancro che si verificano nella fascia di età 0-19 anni. Attualmente il Registro Tumori Infantile Campano è, rispetto ai registri delle altre due Regioni, Piemonte e Marche, quello con la piu’ alta percentuale di bambini e adolescenti sorvegliati.

Mattia Carpinelli
Mattia Carpinelli
Nato a Salerno, giornalista pubblicista dal 2008, collabora - ed ha collaborato - con diverse testate locali (La Città di Salerno, Il Mattino-Salerno, Radio Alfa) occupandosi di cronaca, politica, ambiente, sanità, lavoro. Ascolta tanta musica che nessuno conosce e qualche volta riesce anche a finire dei libri comprati mesi prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *