Mdp, Federico Conte è il nuovo coordinatore provinciale di Salerno

Gruppo-Dp-al-Comune

Sarà Federico Conte, 44 anni, avvocato penalista di Eboli, il coordinatore provinciale di Articolo Uno-Movimento Democratico e Progressista di Salerno. La nomina è stata ratificata lunedì sera nel corso della prima riunione del coordinamento provinciale del movimento guidato a livello nazionale da Roberto Speranza, Arturo Scotto ed Enrico Rossi. Al neo coordinatore provinciale è stato dato mandato di allargare il comitato a personalità del mondo della politica e della cultura che già hanno aderito al movimento in provincia di Salerno, per arricchire di contenuti e proposte l’azione politica che verrà messa in campo nelle prossime settimane. La prima uscita ufficiale del nuovo organismo dirigente è in programma già per questo weekend, quando a Milano si terrà Fondamenta, la conferenza programmatica di Articolo Uno-Mdp, dove gli esponenti salernitani parteciperanno attivamente alle assemblee tematiche su lavoro e giustizia fiscale, sanità e welfare, ambiente e conversione ecologica, scuola, università e beni culturali, legalità e questione morale.

Le parole del neo segretario. «Il movimento in provincia di Salerno – dichiara Federico Conte -organizzerà tre grandi eventi politici di livello nazionale. Uno al nord della provincia, uno a Salerno città e un altro a Sud della provincia su tre temi fondamentali del dibattito politico nazionale e locale: sanità, lavoro e ambiente e Mezzogiorno, ai quali interverranno i leader nazionali del movimento da cui sono giunti gli auguri di buon lavoro agli amici e compagni salernitani. Saremo – aggiunte Conte – una comunità in cammino verso la gente e il territorio».

Il commento di Michele Ragosta. «È un ottimo inizio. – commenta il deputato Michele Ragosta, che ha tenuto a battesimo il coordinamento – Unità e determinazione del gruppo dirigente sono le pre condizioni necessarie per avviare un proficuo lavoro politico sul territorio della provincia di Salerno. Si parte per parlare ai cittadini, per costruire un nuovo centrosinistra alternativo al partito di Renzi. Tra le priorità del nuovo coordinamento c’è la campagna di adesione e la costituzione dei circoli a cominciare dai luoghi di lavoro. Ma fondamentale sarà il contatto con la gente, attraverso l’organizzazione di incontri pubblici ed assemblee. Un primo appuntamento importante – annuncia – sarà quello in programma il 29 maggio a Scafati per parlare di legalità con Claudio Fava, vice presidente della commissione parlamentare sul fenomeno delle mafie della Camera dei Deputati».

Tutti i nomi del coordinamento provinciale. Oltre a Conte e Ragosta fanno parte del coordinamento provinciale di Articolo Uno-Mdp Salerno: Argentino Ferdinando (dirigente aziendale), Botta Valentina (funzionario pubblico), Cammarano Maria (avvocato), De Pascale Massimo (dirigente bancario), Di Serio Maria (archeologa, già segreteria provinciale Cgil Salerno), Gorga Luigi (ex assessore al Comune di Vietri sul Mare), Iandiorio Francesco (docente di Storia e Filosofia), Iannello Antonio (medico ginecologo), Lanocita Franco Massimo (avvocato), Lembo Alessio (specializzando in Filosofia all’Università degli Studi di Salerno), Mucciolo Pasquale (avvocato, già presidente provinciale PSI), Mastrolia Nunziante (docente di sociologia politica all’Università L.U.I.S.S. “Guido Carli” di Roma), Polichetti Antonio (medico veterinario), Pedace Vincenzo (già segretario provinciale Giovani Democratici Salerno), Radetich Enrico (detto Roberto, già assessore alle Finanze del Comune di Salerno), Roca Alessandro (medico specializzando presso Policnico Federico II di Napoli).

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *