Viggiano, sopralluogo del governatore Pittella al Centro Oli Eni

Sopralluogo al Cova - fonte: Regione Basilicata

Sopralluogo al Cova - fonte: Regione Basilicata

Sopralluogo questa mattina del presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella presso il Centro Oli Eni di Viggiano. Una visita voluta dal governatore per verificare l’andamento dei lavori di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria dell’impianto, la cui attività è stata bloccata lo scorso 15 aprile da un provvedimento dell’amministrazione regionale. All’origine dello stop una fuoriuscita di petrolio da un serbatoio, perdita che si è riversata all’esterno del Centro Oli con il conseguente pericolo di inquinamento dell’area.

Interventi urgenti – “Dal sopralluogo di questa mattina –ha detto il governatore Pittella al termine della visita- è emerso il rispetto da parte di Eni delle prescrizioni impartite dalla Regione Basilicata e dal Dipartimento Ambiente: i lavori di emungimento sono stati effettuati, le barriere con i piezometri sono state realizzate. Questo ci mette in tranquillità rispetto ad una contaminazione che si sta man mano riducendo”. Insieme al presidente Pittella anche l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pietrantuono e tecnici ed esperti del Dipartimento, di Ispra, Cnr e dell’Arpab, enti chiamati a vigilare sugli interventi da effettuare sull’impianto di Viggiano. Sono stati i tecnici dell’Eni a mostrare gli stati di avanzamento dei lavori di manutenzione e di adeguamento delle linee produttive, che stanno interessando in particolare la realizzazione di un doppio fondo nel serbatoio A. E’ stato illustrato inoltre il funzionamento della barriera idraulica lungo il perimetro Sud del Cova, funzionale alla riduzione della contaminazione. “Il nostro giudizio -ha detto ancora il governatore- è favorevole, rispetto ad un atteggiamento molto severo, che il Dipartimento Ambiente, la Regione Basilicata e l’Arpab hanno adottato. Registriamo anche che il lavoro messo in campo da Eni è stato puntuale e attento. Abbiamo toccato con mano quello che accade nell’impianto, rilevando la disponibilità di Eni rispetto a quanto richiesto dalla Regione”.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *