Elezioni, Bersani boccia il Rosatellum mentre il Pd prova la mediazione

bersani

L’affondo del “ribelle” Pierluigi Bersani. Con il Rosatellum “non si garantisce la governabilità, si lede la rappresentanza e si abbonda nei nominati. Insomma, siamo di nuovo all’eccezionalismo italico, siamo all’ennesima e pasticciata invenzione dell’ultima ora”. Così Pier Luigi Bersani su fb stronca la proposta del Pd. “Se ci fosse senso di responsabilità – scrive Bersani – si sentirebbe l’esigenza di presentare agli italiani ormai insofferenti un sistema che avesse già dimostrato di funzionare. Il Mattarellum davvero, oppure il tedesco, oppure il francese, oppure lo spagnolo o il portoghese o l’inglese. Qualcosa che esista insomma. Basta con le invenzioni ad usum delphini”. “Sulla legge elettorale – evidenzia – ecco la mia personalissima opinione. Adesso che c’è il testo, nero su bianco, della proposta Pd temo che Prodi e Pisapia dovranno riconsiderare le loro pur cautissime aperture. Questa proposta non c’entra un bel nulla con il Mattarellum. Qui c’è una scheda sola, non due. Qui si allude non certo alla coalizione ma piuttosto a confuse accozzaglie a fini elettorali fra forze che il giorno dopo riprendono la loro strada (fonte: Ansa.it).

La posizione del Pd. “I tempi della legge elettorale sono una questione seria: siamo convinti si possa andare in Aula entro la fine del mese. Il 29 maggio è una data abbastanza lontana per approvare il testo in commissione senza nessuna forzatura perché vogliamo che i tempi della discussione siano pieni. Se si deve lavorare di più nei tempi di solito dedicati al riposo, anche nei fine settimana, il Parlamento non ne avrà a male perché lo abbiamo fatto altre volte”. Lo dice Ettore Rosato, capogruppo Pd alla Camera, interpellato in transatlantico. “Il M5s ha sempre detto che legge elettorale va approvata subito, Fi non è abituata ad atteggiamenti ostruzionistici e al di là delle distanze sui contenuti, penso che sul metodo ci si possa incontrare”, ha chiuso l’esponente dem.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *