A Salerno le frontiere dell’ecosostenibilità tra musica e arte

Si svolgerà giovedì 25 maggio, nel quadriportico del Museo Diocesano alle ore 19.30, il penultimo incontro della rassegna “L’Arte della Giustizia”, evento promosso e organizzato dalla direzione del Conservatorio di Musica di Salerno “G. Martucci”. L’appuntamento di giovedì, dal titolo “Ecosonus”, avrà ad oggetto la attualissima tematica dell’ecosostenibilità in una prospettiva artistica, musicale e comparativa. Il progetto, come sottolineato dal direttore del Conservatorio M° Imma Battista, nasce da una attenta riflessione sulla funzione dell’espressione artistica quale seme fecondatore di principi all’interno dell’animo umano e sulla capacità dell’arte di diventare strumento per costruire i principi migliori della società. Obiettivo degli incontri è quello di dar vita ad una sorta di osservatorio sulle più rilevanti tematiche che legano il rapporto individuo – giustizia, non in una sterile cronaca, ma riletti e interpretati alla luce del potere dell’Arte e della Musica. È sotto questo aspetto che appare necessario evidenziare il particolare valore aggiunto di cui gode l’evento e che è rappresentato dalle istituzioni che collaborano alla realizzazione dello stesso: la Procura di Salerno, la Prefettura e la Curia. Sei le tematiche oggetto di approfondimento: la Donna, la Violenza di genere e lo Stalking, i Minori, l’Immigrazione, l’Ecosostenibilità e, ultimo appuntamento il 15 giugno, la Giustizia divina e la Giustizia terrena. Ogni incontro offre una triplice proposta. Si susseguono, infatti, conversazioni, mostre e concerti.
L’incontro di giovedì, che ha ad oggetto i grandi temi dell’ecosostenibilità, vedrà la presenza di Corrado Lembo, Procuratore della Repubblica, Michele Buonomo, Presidente della sezione Campania di Legambiente, Olga Marciano, artista e co-curatrice della Biennale d’Arte Contemporanea di Salerno. Modera l’incontro il giornalista Eduardo Scotti. Per quanto concerne, invece, la mostra, a partire dalle 19 sarà possibile visitare l’esposizione d’arte “Rifiuti d’Autore” di Olga Marciano. Si tratta di opere realizzate mediante il riutilizzo artistico di materiali di scarto con uno specifico obiettivo di sensibilizzazione ambientale. L’Arte a servizio dell’ecologia in una simbiosi di intenti e in un più ampio discorso di educazione ambientale non esclusivamente finalizzato a trasmettere regole e norme ma che educhi le menti alla ricerca del bello in quello che per altri è solo spazzatura. Conclude l’incontro il concerto “World” di Paolo Cimmino con Carlo Lo Manto e Sandro Deidda. Un concerto – spettacolo, carico di emozioni, che fa esplodere la sua forza grazie alla presenza di 19 musicisti, percussionisti e cantanti ed è in grado di conquistare il pubblico per trasportarlo in un viaggio fuori dal tempo tra le melodie del Mediterraneo e i ritmi Afro-Cubani, alla ricerca delle radici della vita, quelle ecologicamente ancora intatte, in un concentrato di emozioni che solo la musica sa dare. Il progetto è finalizzato alla raccolta di libere offerte per il riallestimento del sistema informatico del Comune di Cittareale (RI), gravemente danneggiato dal terremoto dell’agosto scorso.
Floriana Basso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *