Fondi alle imprese, il Comune di Salerno istituisce il fondo di microcredito di prossimità

Iniziativa innovativa per il territorio salernitano. Il Comune di Salerno, guidato dal sindaco Enzo Napoli, istituisce un fondo economico finalizzato a sostenere le azioni di sviluppo delle nuove imprese, in particolare quelle su iniziativa giovanile. Le risorse sono state recuperare grazie al taglio degli stipendi degli 8 assessori che compongono la giunta municipale. Ovviamente tali risorse potranno essere implementate con ulteriori stanziamenti ad opera di soggetti pubblici o società private o ancora associazioni che vorranno sposare l’iniziativa.

Cosa è il fondo Micrepro? Il creditoalle imprese giovani e del territorio consiste essenzialmente nella possibilità di erogazione di micro prestiti sia per imprese che per professionisti titolari di partita Iva, con un’anzianità d’esercizio di non più di 5 anni. Come detto sopra, l’iniziativa del comune di Salerno – organizzata e promossa dall’assessore al Bilancio ed allo Sviluppo Roberto De Luca – è rivolta essenzialmente alla fascia d’età under 35. Le somme che potranno essere erogate variano fino ad un tetto massimo di 25mila euro, elevabile a 35mila euro ma solo in determinati casi. A breve, l’amministrazione comunale di Salerno stringerà intese e accordi di collaborazione con altri soggetti pubblici, tra cui Invitalia, Regione Campania e Sviluppo Campania, oltre che istituti di credito e associazioni datoriali, il tutto finalizzato ad ottenere una sinergia ed un supporto di tipo tecnico per la predisposizione delle linee di sostegno ai giovani imprenditori salernitani. Inoltre l’assessore De Luca sta verificando la possibilità concreta di avviare delle collaborazioni ulteriori per meglio utilizzare lo strumento del microcredito ed in particolare per velocizzare e rendere spedita la procedura burocratica delle relative istruttorie. Accanto a tale azione, Palazzo di Città sta lavorando per pianificare una serie di momenti formativi destinati ai giovani imprenditori, per poter fornire loro una valigia tecnica di competenze minime grazie alle quali affrontare al meglio la sfida del mercato in cui intendono proporsi.

 

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *