Palazzo Guerra: il sindaco Napoli pronto ad un rimpasto di giunta?

Il retroscena che stiamo per raccontarvi ha davvero poco a che fare con la politica. Già perchè al Comune di Salerno, dopo appena un anno di consiliatura, si può assistere ad un film davvero surreale: da un lato un sindaco perbene, forte del suo 71% di consensi incassato a giugno 2016, dall’altro un fronte di consiglieri deluchiani pronti a spararsi addosso pur di emergere nel piattume attuale. Ed infine una giunta, dove diverse sono le poltrone che traballano pericolosamente. Ecco perchè la tesi di alcuni pretoriani del governatore della Campania, secondo cui saremmo vicini ad un rimpasto di giunta, non sembra essere affatto esercizio di fantapolitica.

Le poltrone a rischio: Gaetana Falcone e Mariarita Giordano. Per entrambe le situazioni, ci sarebbero già pronte le alternative. E si tratta di due donne che non hanno preso parte all’ultima tornata elettorale comunale, provenienti dal mondo dell’imprenditoria (per quanto riguarda la possibile erede di Gaetana Falcone) e della scuola (in riferimento all’assessorato in quota Mdp). Gli avvicendamenti sarebbero dipesi anche da una malcelata necessità, per il sindaco Napoli, di avere più spinta propulsiva in giunta, visto che di iniziative (fino ad oggi) i due assessorati non ne hanno prodotte in larga scala.

Altre due poltrone traballanti: ma in questo caso c’entrano le candidature alle politiche. Ci sono altri due assessori della giunta Napoli che da mesi stanno facendo notare un certo distacco rispetto all’andamento della macchina comunale. Chi per un motivo, chi per un altro, entrambi avrebbero palesato anche allo stesso sindaco la propria insofferenza. E c’è chi giura che questo mal di pancia sia anche in relazione con le candidature in vista delle elezioni politiche che si dovranno tenere entro febbraio 2018. In questo caso, però, i due assessori sarebbero pronti ad affontare la sfida elettorale ma dietro l’angolo ci sarebbe una staffetta in giunta proprio per evitare altre telenovele politiche.

Umberto Adinolfi
Umberto Adinolfi
Classe 1972, giornalista professionista. Redattore interno e collaboratore per diversi quotidiani a diffusione regionale e nazionale (Corriere del Mezzogiorno, NewPress), nonché per l’agenzia stampa Asca Campania, dal 2012 lavora come freelance per l’edizione salernitana del quotidiano “Il Mattino”, impegnato nella redazione Politica. Dal 2012 è direttore responsabile del periodico “Paperboy”, unica testata giornalistica in Italia interamente realizzata da praticanti giornalisti affetti da disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *