Cova di Viggiano, conclusi i lavori di manutenzione straordinaria

Sopralluogo al Cova - fonte: Regione Basilicata

Sopralluogo al Cova - fonte: Regione Basilicata

La fuoriuscita di petrolio che ha interessato lo stabilimento Eni di Viggiano non ha prodotto “nessuna contaminazione delle falde acquifere” utilizzate per l’approvvigionamento idrico dei comuni lucani. Questa l’assicurazione fornita dai responsabili dell’Eni che, quest’oggi, hanno incontrato la stampa per fare il punto della situazione relativa al Cova, all’indomani della conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria degli impianti avviati dopo il blocco dell’attività imposto dalla Regione lo scorso 15 aprile.

Lavoro completato – Gli interventi effettuati dai tecnici dell’Eni hanno portato all’individuazione di una falla di 24 millimetri di diametro sul fondo del serbatoio D: da qui ha avuto origine lo sversamento di petrolio che ha interessato l’area circostante il Centro Oli di Viaggiano. I lavori di manutenzione straordinaria hanno consentito la realizzazione di un doppiofondo per il serbatoio danneggiato. Circa trecento tonnellate delle quattrocento sversate sono state recuperate in queste settimane di lavoro.  Walter Rizzi, responsabile del coordinamento progetti Val d’Agri, e Francesca Zarri, responsabile del Distretto meridionale Eni hanno sottolineato come la fuoriuscita di petrolio sia stata contenuta all’interno dell’area industriale e, soprattutto, come non siano state rilevate tracce di idrocarburi “oltre la fine della linea di drenaggio”. Sulla scorta di queste considerazioni i dirigenti Eni hanno espresso l’auspicio che la Regione Basilicata possa consentire in tempi brevi la ripresa dell’attività del Cova. Ad oggi lo stop ha portato ad una perdita di circa duecento milioni di euro per Eni.

Clemente Ultimo
Clemente Ultimo
Clemente Ultimo – vicedirettore Più Mezzogiorno – Giornalista professionista, classe ’76, si è occupato per diversi quotidiani (Corriere del Mezzogiorno ed Il Mattino tra gli altri) di politica, economia, sanità. Ha curato la comunicazione istituzionale per il Consorzio Aree di Sviluppo Industriale di Salerno. Scrive articoli di geopolitica e politica internazionale per una rivista tematica online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *